Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Buoni spesa a Terracina, al via la presentazione delle domande: come richiederli

Il contributo non verrà erogato attraverso la carta di credito prepagata, ma è fondamentale avere a disposizione la Tessera Sanitaria che costituisce lo strumento di identificazione per l’utilizzo dei buoni spesa presso gli esercizi commerciali e farmacie convenzionati aderenti

Terracina – “Come già accaduto ad aprile, il nostro Comune ha ricevuto dei fondi governativi e regionali da destinare alle persone in difficoltà e da distribuirsi sotto forma di buoni spesa per l’acquisto di beni alimentari di prima necessità e farmaci. È un aiuto importante in questo momento di crisi in cui molti nostri concittadini faticano a sostenere sé stessi e le proprie famiglie a causa delle conseguenze economiche che la pandemia sta arrecando a molte persone. Tale misura va ad aggiungersi ai bandi comunali tutt’ora aperti per il sostegno alle spese di affitto per la casa ed ai contributi destinati al terzo settore. Come Amministrazione Comunale siamo vicini a tutte le famiglie che in questo periodo stanno vivendo un momento di difficoltà e invito a rivolgersi ai Servizi sociali per qualsiasi necessità”.

E’ quanto si legge in una nota diffusa dal Comune di Terracina e a firma dell’Assessore alle Politiche Sociali, Alessandro Di Tommaso, che prosegue: “Il bando è stato pubblicato sul sito dell’Azienda Speciale che, come la scorsa primavera, gestirà le domande di contributo che potranno essere presentate a partire già da oggi 21 dicembre fino alla scadenza fissata per il 31 dicembre alle ore 23,59”.

Chi può resentare la domanda

I nuclei familiari in disagio economico o in condizioni di particolare vulnerabilità, in possesso dei seguenti requisiti:
– residenza nel Comune di Terracina;
– titolo di soggiorno in corso di validità, per i cittadini stranieri non appartenenti all’Unione Europea;
– coloro che hanno subito la mancata percezione o riduzione sensibile delle entrate da lavoro o da altri sostegni/previdenze, tale per cui le somme delle entrate riferite al 2020 non risultino superiori a 12.000€ di reddito familiare complessivo attestato mediante autocertificazione.

Inoltre, avranno possibilità di accesso i cittadini che risultano beneficiari di altre forme di sostegno al reddito e previdenze da Enti Pubblici, (es. RdC, Naspi, indennità di mobilità, cassa integrazione guadagni, altre forme di sostegno previste a livello locale o regionale), non superiore a 600 euro / mese, attestato mediante autocertificazione.

“Verificata l’ammissibilità dell’istanza, verrà riconosciuto un beneficio una tantum sulla base dei seguenti parametri: 150 euro per 1 componente; 300 euro nucleo fino a 2 componenti; 400 euro per nucleo da 3 a 4 componenti; 500 euro per nucleo con 5 persone o più componenti”, prosegue Di Tommaso.

“Vogliamo sottolineare un aspetto molto importante: la domanda va ripresentata da parte di tutti, anche coloro che hanno usufruito la scorsa primavera del sostegno economico. Il contributo non verrà erogato attraverso la carta di credito prepagata, ma è fondamentale avere a disposizione la Tessera Sanitaria che costituisce lo strumento di identificazione per l’utilizzo dei buoni spesa presso gli esercizi commerciali e farmacie convenzionati aderenti. Quindi, prima di compilare la domanda, raccomandiamo di verificare la disponibilità della tessera sanitaria”, conclude l’assessore.

N.B. Per necessità è necessario rivolgersi all’Azienda Speciale Terracina telefonando ai numeri:
0773.707405, 0773.707416, 0773.707418 nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00.