Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Suicida si spara alla testa in videochiamata con la figlia di sei anni per “punire” l’ex

L'uomo era stato denunciato dalla moglie per maltrattamenti e da qualche tempo era alle prese con problemi di salute

Torino – Ha scritto un biglietto per la famiglia, rivolto per vendetta all’ex compagna che lo aveva lasciato ed era per lui colpevole della sua infelicità, poi ha telefonato ai figli e durante la videochiamata si è sparato alla tempia. È morto così un 53enne residente in un comune del torinese. L’uomo era stato denunciato dalla moglie per maltrattamenti e da qualche tempo era alle prese con problemi di salute, come riporta il quotidiano La Stampa.

Dalla scorsa estate la famiglia si era separata: la donna e i tre figli, tutti minorenni, avevano trovato ospitalità in una struttura protetta dal momento che, dopo la denuncia, era scattato il “codice rosso”, la procedura che tutela le donne vittima di violenze. L’altra sera, al telefono con la figlia di sei anni, l’uomo si è sparato con una pistola non denunciata. (fonte: Ansa)