Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Nuovi impianti sportivi, la promessa del Pd: “Entro due anni Fiumicino cambierà volto”

Calcaterra: "Fiumicino è un territorio che ha una grande tradizione sportiva e associativa e stiamo mettendo in campo le migliori soluzioni per dare risposte concrete"

Fiumicino – “La città di Fiumicino è pronta a dare una sterzata importante per quanto riguarda l’impiantistica sportiva“. È quanto emerso dal convegno organizzato dal gruppo consiliare del Pd di Fiumicino, svoltosi nei giorni scorsi nella cittadina aeroportuale.

“L’Italia in generale purtroppo è molto indietro a livello infrastrutturale – spiega il capogruppo del Pd di Fiumicino, Stefano Calcaterra -. Lo hanno spiegato bene nei loro interventi Paolo Barelli, presidente della Fin e della Lega Europea Nuoto, Andrea Burlandi Presidente Fipav Lazio e Massimiliano Monti ex giocatore professionista di basket. È quindi importante il segnale ribadito dal sindaco Montino e dal gruppo consiliare: investire sull’impiantistica sportiva.

In questi anni le nostre energie sono andate per ammodernare e realizzare nuove palestre per le scuole, spazi che potessero essere utilizzati dagli studenti la mattina e dalle associazioni sportive il pomeriggio. Luoghi aggregativi e sociali. Ora però è il momento di concentrarci su progetti più ad ampio respiro, da quello di ristrutturazione e ampliamento del PalaFersini e del campo Cetorelli alla Città dello Sport, illustrata dal suo progettista Claudio Giustini, senza dimenticare i territori del nord del Comune: Fregene e Aranova su tutti. Luoghi dove dare alle associazioni l’opportunità per intraprendere percorsi ambiziosi”.

“La strada intrapresa è quella giusta. Oggi le amministrazioni da sole non possono farcela. Con i fondi pubblici saremo in grado di dare un’importante accelerata ma dobbiamo iniziare a cambiare prospettiva, dando l’opportunità a chi ha a cuore il territorio di mettersi a disposizione per il bene comune. Fiumicino è un territorio che ha una grande tradizione sportiva e associativa e stiamo mettendo in campo le migliori soluzioni per dare risposte concrete.

Ringrazio tutti gli intervenuti, il bar Le Moko in via Torre Clementina per averci dato l’opportunità di poter discutere di sport in totale sicurezza e tutti coloro che hanno assistito all’evento dando un contributo di idee per il futuro di Fiumicino”, conclude Calcaterra.

In foto il progetto della Città dello Sport (clicca qui per visionare il progetto)