Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Il sindaco di Minturno: “La cultura è il motore dell’attività amministrativa”

Il resoconto del primo cittadino sulle attività svolte nel 2020

Minturno – Ha voluto salutare il 2020 con un bilancio delle attività svolte. Il sindaco di Minturno, Gerardo Stefanelli, attraverso una videoconferenza su facebook, alle 12 di stamattina, ha fornito un resoconto del lavoro svolto nel corso dell’anno che si sta concludendo. Attività portate avanti all’insegna della “Cultura”. E’ sulla cultura nelle varie sfaccettature e accezioni possibili che il primo cittadino si è soffermato. “Cultura – ha specificato – in relazione al governo, al lavoro, al riscatto sociale, alle attività della comunità, al retaggio storico, alla riscoperta delle bellezze archeologiche, alla cura ambientale e della salute. Perché i nostri ragazzi possano vivere un futuro all’insegna della cultura”.

Sono tanti i numeri forniti da Stefanelli. Numeri delle riunioni di Consiglio comunale, di Giunta, ma anche di atti di indirizzo ed esecutivi. “Una serie di attività che – ha chiarito il sindaco – hanno portato questa amministrazione a una gestione contabile in ordine, con la chiusura del pre-dissesto. Domani procederemo all’approvazione in Consiglio del bilancio triennale. Un Ente sano a livello contabile rappresenta un ente che può programmare, pensare al futuro”.

Una programmazione di rilancio che ha trovato concretezza nelle tante attività svolte nell’anno appena trascorso. “22 opere pubbliche finanziate e approvate, marciapiedi nella parte alta di Scauri e nella parte centrale, tra via Miano e via Gioello, per rendere uniforme il confine da Formia fino al Garigliano. Ma anche piazze, quella di San Leonardo a Tufo, già ultimata e quella in programma a Tremensuoli e quella il cui cantiere è attualmente al lavoro in piazza monte d’Argento. Previsto anche un intervento nella villa comunale di Minturno, mentre 3milioni di euro sono stati destinati alla messa in sicurezza di ben sei edifici scolastici per i quali ci siamo adoperati con celerità nella scorsa stagione estiva perché fossero pronti ad accogliere i nostri ragazzi, mentre si stanno portando avanti i lavori della scuola dell’Infanzia a Marina di Minturno. Oltre alle discese per disabili sul lungomare dove si sta procedendo anche all’ammodernamento della pubblica illuminazione e alla realizzazione di un’area fitness in zona Recillo”.

I progetti realizzati sono tanti, molti sono in corso e molti altri in cantiere. “Difficile ricordare tutto – ha detto a un certo punto il primo cittadino -. Di certo sono state avviate le procedure per la realizzazione della pista ciclabile e verranno utilizzati 800mila euro per il rifacimento dell’asfalto su tutto il territorio comunale. Non di meno si è ultimato il progetto per il collegamento della nostra condotta idrica a quella di Cellole. Un mezzo per ovviare alla siccità estiva, ma anche per risolvere il problema della torbidità dell’acqua della sorgente di Capodacqua. In quest’ultimo caso, infatti, basterebbe chiudere il ‘rubinetto’ e utilizzare l’acqua proveniente da Cellole”.

A fronte dei progetti programmati e della attività svolte quest’anno è stato caratterizzato dalla pandemia che ha creato difficoltà ad attività commerciali e a famiglie. “Abbiamo – ha specificato il primo cittadino – distribuito buoni spesa a 750 famiglie in primavera e a 600 nel periodo prenatalizio. I centri di distribuzione alimentari sostengono costantemente 50 famiglie mentre garantiscono pacchi alimentari a 250 famiglie”

E sempre per superare il disagio sociale e le difficoltà economiche di un periodo funestato dal Covid l’amministrazione di Minturno ha “distribuito 300 computer a ragazzi di età compresa tra i 14 e i 18 anni”. Mentre sempre per i giovani della città “sono stati consegnati duemila contenitori per il gel igienizzante da portare a scuola, abbiamo provveduto come di consueto al rimborso dei libri di testo, abbiamo realizzato centri estivi per ospitare 60 ragazzi, 20 dei quali a titolo completamente gratuito”.

Giovani, disagio e disabilità sono stati tre dei punti centrali della gestione di quest’anno. Tanto da aver “allestito sia la scorsa estate che in queste festività natalizie, seppure in quest’ultimo caso in streeming a causa del Covid, il ‘Festival dei ragazzi’. E nel rispetto della cultura – ha proseguito Stefanelli – quale filo conduttore che guida la nostra azione di governo abbiamo riportato la musica classica al Teatro romano con Morricone e Beethoven”.

Ma per il teatro romano e l’area archeologica la gestione Stefanelli ha in mente un programma assai più ampio per “creare ‘il Complesso monumentale dell’Antica Minturnae’”. Un obiettivo possibile anche grazie alla stretta collaborazione con la Soprintendenza e con il Polo Museale del Lazio “ e la dottoressa Bellini che ringrazio – ha detto ancora Stefanelli -. Nell’area archeologica si è proceduto grazie a un cospicuo finanziamento a scavi che hanno riportato alla luce un pezzo importante della via Appia, a sono previsti importanti interventi per dare risalto all’intera area e rendere la zona più facilmente fruibile e agevole ai visitatori”.

Visitatori, quindi, intesi non più nel senso più stretto e più “classico” di visitatori estivi, ma turisti interessati alle bellezze storico archeologiche della cittadina. Ospiti ai quali presentare un’offerta variegata. “Percorso che si compie – ha sostenuto il primo cittadino – mettendo in campo varie iniziative. Non in ultimo l’allestimento di tre bagni pubblici sul territorio e non di meno con gli eccellenti risultati di un ambiente più salubre, possibile grazie alla collaborazione dei cittadini i quali quest’anno con il lavoro dell’assessore Piernicandro D’Acunto e di tutti gli uffici preposti oltre al grande impegno dei dipendenti della Del Prete hanno raggiunto oltre il 70 per cento della raccolta differenziata. Un dato importante per il nostro Comune”. Fondamentale per il sindaco, ovviamente, anche la salute del mare che passa “attraverso una strategia per eliminare l’alga ostreopsis che è causa delle scie marroni con la presenza nel nostro mare della cosiddetta lattuga di mare che va a controbilanciare e a pulire naturalmente le acque marine”.

Tutte iniziative che l’amministrazione ha adottato per “migliorare la qualità di vita dei cittadini e l’offerta turistica utilizzando il ‘potere’ nell’accezione verbale e non come sostantivo”. E all’insegna del potere Stefanelli ha analizzato anche la situazione interna alla casa comunale. “Abbiamo stabilizzato diversi dipendenti che si trovavano in condizioni di precarietà. Proseguiremo. Aumenteremo le ore lavorative a chi era part-time. Assumeremo altro personale per dare ulteriore stabilità alla macchina amministrativa e dove necessario daremo incarichi esterni”.

Stefanelli consapevole di “aver reso un quadro del lavoro svolto non completo” ha voluto ringraziare “tutti gli assessori e i consiglieri anche le opposizioni che hanno assolto con correttezza e costanza al proprio impegno. Ricordo che – ha evidenziato – la squadra di governo non è mai cambiata. Una stabilità importante per la città che ha reso possibile i traguardi conseguiti e che ci siamo prefissati di continuare a raggiungere”.

Nel concludere il suo discorso di fine anno il sindaco ha  salutato “il 2020 con tanta speranza stringendoci a chi si trova in difficoltà e a coloro che a causa del covid hanno perso affetti. Sono vicino ai commercianti che a causa del virus sono in difficoltà. Puntiamo sul nostro futuro, sulle nostre competenze e capacità. Dal canto nostro faremo tutto il possibile per sostenere l’economia. Dobbiamo puntare a una ripresa da protagonisti. Forza e coraggio e fiducia nel futuro”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Minturno
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Minturno