Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

A spasso per Roma con la cocaina nascosta nel sellino della bici: fermato raider pusher

Il 41enne dopo l’arresto e stato portato in caserma, dove è stato trattenuto in attesa del rito direttissimo, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria

Più informazioni su

Roma – I Carabinieri della Stazione di Roma Tor Tre Teste hanno arrestato un cittadino senegalese di 41 anni, senza fissa dimora e sottoposto alla misura del divieto di dimora nel Comune di Roma, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’uomo, senza occupazione e con precedenti, è stato notato mentre si aggirava con fare sospetto in sella ad una bicicletta tra i lotti abitativi del Quarticciolo, da un carabiniere libero dal servizio che lo stava osservando. L’intuizione del militare è diventata certezza quando il “rider” è stato notato maneggiare qualcosa sotto la sella della bici e successivamente appartarsi in via Ostuni con due persone per scambiare qualcosa.

Il Carabiniere, che nel frattempo aveva richiesto l’intervento dei colleghi della Stazione, ha proceduto al controllo e alla perquisizione personale e veicolare della bici, riuscendo così a rinvenire e sequestrare 15 dosi di cocaina del peso di circa 10 g, avvolti in cellophane termosaldati, e della somma contante di 70 euro, ritenuti provento della pregressa attività di spaccio. Il 41enne dopo l’arresto e stato portato in caserma, dove è stato trattenuto in attesa del rito direttissimo, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.

Più informazioni su