Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Washington, “Democrazia ferita”: la Santa Sede condanna l’assalto al Congresso

"La democrazia è un bene fragile, che va sempre difeso, anche in Paesi, proprio come gli Stati Uniti, in cui la democrazia stessa sembra un bene ormai ampiamente acquisito"

Città del Vaticano – All’indomani dell’assalto al Congresso di Washington (leggi qui), L’Osservatore Romano dedica alla triste vicenda la prima pagina, con un articolo, a firma del vicedirettore Giuseppe Fiorentino, intitolato “Democrazia ferita”.

“La politica non può prescindere dalle responsabilità individuali, soprattutto da parte di chi detiene il potere ed è in grado, attraverso una narrazione polarizzante, di mobilitare migliaia di persone. Chi semina vento raccoglie tempesta”, scrive il giornale della Santa Sede per il quale “il trumpismo è destinato a lasciare un solco profondo nella scena politica a stelle e strisce”.

“L’insegnamento fondamentale è quello che Joe Biden – sottolinea Fiorentino – ha portato agli occhi del mondo nel drammatico discorso con cui ha richiamato il presidente Trump alla sua responsabilità costituzionale. La democrazia è un bene fragile, che va sempre difeso, anche in Paesi, proprio come gli Stati Uniti, in cui la democrazia stessa sembra un bene ormai ampiamente acquisito. E il primo passo nella difesa della democrazia sta nell’accettazione delle sue regole, della fisiologica dinamica di alternanza che costituisce la sua ricchezza e la sua garanzia”.

Poi il racconto degli ultimi fatti: “Il sole non è ancora sorto di nuovo su Washington in coprifuoco dopo la battaglia del Campidoglio e la vittoria elettorale di Joe Biden (leggi qui) riceve il suo sugello all’esito di 21 ore terribili nelle quali la democrazia Usa ha tenuto testa con solidi anticorpi al vento di un’insurrezione che reclamava un esito capovolto”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Papa & Vaticano
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie sul Papa e Vaticano