Seguici su

Cerca nel sito

Polizia stradale di Latina, il rispetto della normativa anti-covid: una priorità del 2020

Nel periodo dal 1 gennaio al 31 dicembre 2020 si è registrata una considerevole riduzione del fenomeno infortunistico

Più informazioni su

Latina – Gli uomini e le donne della Polizia di Stato in servizio presso la Sezione Polizia Stradale di Latina, e i colleghi operanti presso i Distaccamenti dipendenti di Aprilia, Terracina e Formia, sotto la direzione del dottor Gian Luca Porroni, hanno chiuso in questi giorni le attività operative e gestionali relative all’anno 2020.

I servizi di pattugliamento su strada, pur tenendo conto della situazione contingente dovuta alla pandemia in atto, hanno trovato nuovo e costante impulso propulsivo, indirizzandosi prevalentemente sulle tratte extraurbane di maggior incidenza del traffico, cioè: la Strada statale 148 Pontina, la Strada statale 7 Appia, la Strada regionale 156 Monti Lepini e la Strada regionale 213 Flacca, strade che costituiscono quelle cosiddette “città lineari” sulle quali transitano, ogni giorno, migliaia di veicoli e di persone.

Controlli quotidiani, assistenza, rilevamento di incidenti ed il soccorso per gli automobilisti in panne, rappresentano gli aspetti più rilevanti della mission istituzionale di chi fa della strada la propria realtà di intervento: verbali al Codice della strada, contestazioni tramite “etilometri” e “drogometri”, patenti e carte di circolazione ritirate, punti decurtati sono il “pane quotidiano” per molti agenti della Polstrada che vigilano sulle nostre strade. In questo senso, infatti, autovetture, camion, autobus e motoveicoli sono stati oggetto di verifiche e accertamenti finalizzati a garantire sicurezza in ogni circostanza di tempo e di luogo.

Sono stati verificati – e tenuti sotto controllo – i cantieri stradali, la situazione strutturale delle strade, la cartellonistica stradale e quant’altro abbia attinenza con la grande viabilità fuori dei centri urbani.

Ma c’è di più: la Squadra di Polizia giudiziaria sezionale ha compiuto numerosi controlli di tipo amministrativo alle officine, le rivendite auto, le agenzie pratiche auto e le autodemolizioni. Tale attività specialistica, che risulta essere stata incrementata nell’anno appena trascorso, si affianca ai servizi di Polizia Giudiziaria che sono stati intensificati, soprattutto nel campo della prevenzione e della repressione del fenomeno dell’alterazione dei contachilometri.

Il personale della Polstrada qualificato ha, infine, preso parte a diversi eventi promozionali, convegni e seminari incentrati sulla sicurezza stradale e sulle attività connesse.

Di seguito vengono specificati gli aspetti salienti dell’attività specialistica effettuata dalla Sezione Polizia Stradale di Latina nell’anno solare 2020.

Nel corso del 2020 l’attività operativa di polizia stradale – sia con riferimento al rilevamento degli incidenti stradali che all’esecuzione dei cosiddetti “servizi speciali” – ha inevitabilmente risentito dell’emergenza sanitaria in corso, legata alla pandemia da Covid-19.

Infatti, mentre il fenomeno infortunistico ha fatto registrare una considerevole diminuzione numerica, quale diretta conseguenza dei divieti di circolazione alla mobilità delle persone, quindi anche dei veicoli, che sono stati progressivamente imposti, in concomitanza con la vigenza dei citati divieti, sono stati temporaneamente sospesi tutti i servizi speciali, per essere ripresi solo a partire dal decorso mese di giugno 2020.

Le pattuglie della Polizia Stradale, in tale periodo, sono state in concreto massivamente impiegate nel garantire il massimo concorso alle attività disposte dalle Autorità provinciali di Pubblica Sicurezza, per l’attuazione delle misure straordinarie di contenimento e della diffusione del Covid-19.

Tali controlli stanno peraltro proseguendo, col coordinamento delle Autorità provinciali di Pubblica Sicurezza, soprattutto nella verifica della legittimità degli spostamenti delle persone, anche sulla scorta delle più recenti normative che ne hanno disciplinato le misure, volte al contenimento della pandemia nel periodo delle festività di fine anno.

CONTROLLI SUL RISPETTO DELLE MISURE DI CONTENIMENTO

Fin dalla prima istituzione delle “zone rosse” la Sezione Polizia Stradale di Latina ha profuso il proprio massimo impegno nell’azione di controllo, del rispetto dei divieti di mobilità, attuando – nell’ambito di specifici dispositivi operativi definiti dalle Autorità provinciali di Pubblica Sicurezza su tutta la viabilità di competenza – posti di controllo e/o di blocco per la verifica, nei confronti di tutta l’utenza in transito, della sussistenza delle previste condizioni, che ne legittimavano gli spostamenti ai sensi della normativa di emergenza al momento in vigore.

Al 31 dicembre 2020 la Sezione Polizia Stradale di Latina ha effettuato complessivamente 52 mila e 920 controlli alle persone, nel corso dei vari servizi di contenimento.

I controlli amministrativi presso le aree di servizio sono stati 4.

In quest’ambito, le persone complessivamente sanzionate, ai sensi dell’Art. 4/1 comma del D.L. n. 19/2020 sono state in totale 636.

ATTIVITÀ INFORTUNISTICA

Nel periodo 1 gennaio – 31 dicembre 2020 si è registrata, come anticipato in premessa, una drastica riduzione del fenomeno infortunistico rilevato da Polizia Stradale, rispetto allo stesso periodo del 2019.

In particolare, a fronte di una diminuzione dell’incidentalità complessiva del 65,5 per cento (223 incidenti contro i 369 del 2019), gli incidenti mortali (13) e vittime (13) sono diminuiti rispettivamente del 8,2 per cento e 8,2 per cento (13 contro i 14 del 2019), mentre gli incidenti con lesioni (280 nel 2020 e 368 del 2019) e le persone ferite (475 nel 2020 e 678 nel 2019) sono diminuiti rispettivamente del 31,4 per cento e del 42,7 per cento.

ATTIVITÀ DI CONTROLLO

Dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020 la Sezione Polizia Stradale ha effettuato 2mila e 772 pattuglie di vigilanza stradale, rilevato e contestato 9mila e 140 infrazioni a norme del Codice della strada.

Tra queste, le violazioni che sono state accertate per violazioni dei limiti di velocità sono state ben, mille e 19, sono state ritirate 270 patenti di guida e 340 carte di circolazione.

I punti patente decurtati complessivamente sono stati 19mila e 833.

I conducenti controllati con etilometri e precursori sono stati 899, tra i quali 79 sono stati sanzionati per “guida in stato di ebbrezza alcolica”, mentre quelli denunciati per “guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti” sono stati 31.

STRAGI DEL SABATO SERA

Dall’inizio dell’anno fino al 31dicembre scorso, nelle notti dei fine settimana, cioè da mezzanotte alle 6 del sabato e della domenica, la Sezione Polizia Stradale ha comunque impiegato nei posti di controllo 9 pattuglie, e non sono stati rilevati incidenti mortali.

I conducenti controllati con etilometri e precursori sono stati 123, tra i quali, il 10,5 per cento, (cioè n. 13, di cui n.10 uomini e n.3 donne) è risultato positivo al test di verifica del tasso alcolemico (nel 2019 la percentuale era stata del 5,6 per cento).

Durante questi specifici servizi non sono state denunciate persone per guida sotto effetto di sostanze stupefacenti e non sono stati sequestrati veicoli.

CONTROLLI NEL SETTORE DEL TRASPORTO PROFESSIONALE

Nell’intero 2020, questa sezione Polizia Stradale, in collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha continuato a fornire forte impulso ai servizi di controllo nel settore del trasporto professionale, che sono stati effettuati anche nel corso di specifici servizi con i Centri mobili di revisione.

Al 31 dicembre, sono stati effettuati 82 servizi, nei quali sono stati impiegati 176 operatori di polizia stradale e 8 operatori del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Sempre nel corso del 2020, sono stati comunque controllati 750 veicoli cosiddetti “pesanti”, tra i quali 45 erano stranieri, cioè il 6 per cento.

Le infrazioni accertate in quest’ambito professionale del trasporto, sono state mille e 167, sono state ritirate 2 patenti e 10 carte di circolazione.

DISPOSITIVI SPECIALI DI CONTROLLO

Dall’inizio dell’anno la Polizia Stradale, ai servizi programmati mensilmente a livello regionale, ha affiancato ulteriori dispositivi specifici, pianificati a livello nazionale nei seguenti settori:
– cinture sicurezza e sistemi di ritenuta N. 57;
– assicurazione obbligatoria N. 15;
– uso corretto apparati radio e telefoni alla guida di veicoli N. 22;
– trasporto di merci pericolose N. 4;
– trasporti eccezionali N. 6;
– autotrasporto nazionale ed internazionale di persone N. 74; (72 + 2)
– trasporto di animali vivi N. 6;
– trasporto di sostanze alimentari N. 3;
– stato di efficienza dei pneumatici N. 3;

ATTIVITA’ DI POLIZIA GIUDIZIARIA

Nel corso dell’anno, pur con le difficoltà collegate al massiccio impegno di personale nel controllo per il contenimento della pandemia, sono stati effettuati i seguenti servizi:
– 58 controlli ai pubblici esercizi 5 violazioni accertate, di cui:
– 28 controlli ad autofficine/carrozzieri;
– 8 controlli ad agenzie di pratiche auto;
– 9 controlli ad autoscuole;
– 3 controlli a gommisti;
– 10 controlli ad attività di rivendita di auto.

Sono stati inoltre controllati 370 veicoli ed identificate 157 persone. In tali contesti, si è proceduto al sequestro di 30 veicoli (fra i quali tre furgoni) e recuperate 4 autovetture ed una moto, risultate di provenienza furtiva, unitamente a 3 motori e 6 cambi.

Le persone arrestate sono state 2, mentre in ambito delle attività di polizia giudiziaria sono state denunciate a piede libero 142, fra le quali 115 per violazioni a norme del C.d.S..

Nel complesso sono state trattate 141 pratiche di Polizia giudiziaria.

(Il Faro online)

Più informazioni su