Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Covid-19, Speranza: “Prorogheremo lo stato d’emergenza fino al 30 aprile”

Il monito del Ministro della Salute alla Camera: "Teniamo fuori dalla battaglia politica la salute degli italiani, sarebbe errore imperdonabile"

Roma – “La collaborazione tra Governo, Regioni e Comuni ci ha consentito di resistere anche quando siamo stati investiti dalle onde più alte, senza uno sforzo unitario delle istituzioni non si sarebbe arginato questo nemico. Non c’è altra strada diversa dall’unità per affrontare questa emergenza, la più grande dal dopoguerra. Ecco perché mi rivolgo alla maggioranza e all’opposizione”, ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, nell’informativa alla Camera sulle misure anti-Covid.

“Nei prossimi mesi sarà tutto terribilmente complicato, teniamo fuori dalla battaglia politica la salute degli italiani, sarebbe errore imperdonabile rallentare a pochi metri dal traguardo, nell’ultimo miglio”, ha aggiunto.

Nel nuovo Dpcm, è intenzione del Governo confermare il divieto di spostamento anche in zona gialla e vietare l’asporto dopo le 18 dai bar e stabilire l’ingresso in area arancione di tutte le regioni a rischio alto. E’ intenzione del Governo riaprire i musei nelle regioni in area gialla. “Questa settimana – ha sottolineato Speranza alla Camera – c’è un peggioramento generale della situazione epidemiologica in Italia, aumentano le terapie intensive, l’indice Rt e focolai sconosciuti. Non facciamoci fuorviare. L’epidemia è nuovamente in una fase espansiva. Quando tutti i parametri peggiorano contemporaneamente abbiamo l’obbligo di prendere nuove misure e il Governo ritiene inevitabile prorogare al 30 aprile stato di emergenza“.

“Con la campagna di vaccinazione vediamo la luce in fondo al tunnel. Il Covid ha le ore contate, ma non abbiamo ancora vinto: siamo alle prime battute di una lunga e difficile maratona”, ha detto Speranza. (fonte: Ansa)