Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, minaccia di morte il cugino per farsi restituire 100 euro: 47enne arrestato

L'uomo è finito in manette per estorsione e condotto presso la Casa Circondariale di Velletri.

Ostia – Nel dicembre scorso, aveva chiesto un prestito di 100 euro al cugino per poter pagare alcune utenze. Le difficoltà economiche però non gli avevano consentito di restituire in breve tempo quanto ricevuto.

Da quel momento l’altro, un 47enne romano era diventato sempre più pressante fino ad attendere la vittima nell’androne del palazzo dove vive con la moglie. In quell’occasione, con atteggiamento minaccioso gli aveva intimato la restituzione del denaro puntandogli alla gola la lama di un taglierino e minacciandolo di morte se all’indomani non gli avesse restituito i soldi. Spaventato da tale atteggiamento il malcapitato, aveva deciso di recarsi al commissariato di zona per denunciare l’accaduto.

A quel punto, gli agenti della Polizia di Stato del X Distretto Lido di Roma, diretto da Antonino Mendolia, hanno organizzato con il denunciante un appuntamento per la restituzione del denaro e, durante l’incontro, dopo aver ripreso tutto con le telecamere, sono intervenuti bloccando l’estorsore.

Successivamente, presso il campeggio dove era domiciliato il 47enne è stato rinvenuto il taglierino utilizzato durante l’aggressione al cugino. L’uomo è stato arrestato per estorsione e condotto presso la Casa Circondariale di Velletri.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ostia X Municipio
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Ostia X Municipio