Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Bassino gigante in Coppa del Mondo, l’azzurra è prima: “Ho vinto su un percorso difficile.. sono felice!”

Gara tosta per l’azzurra che si prepara ai Mondiali di febbraio. E’ prima in classifica generale con 300 punti

Kranjska Gora - Una straordinaria Marta Bassino conquista a mani basse il gigante femminile di Kranjska Gora, quarta prova stagionale di Coppa del mondo fra le porte larghe. La 25enne di Borgo San Dalmazzo (Cn), tesserata per il Centro Sportivo Esercito, ha incantato tutti sulla pista Podkoren-3, presentatasi nell'occasione con un ghiaccio vivo che ha reso spettacolare la competizione e favorito le grandi doti tecniche di Marta, capace di infliggere distacchi pesantissimi alle avversarie.

Tessa Worley, seconda al traguardo, è stata l'unica a reggere in parte l'urto della Bassino, anche se al traguardo (pur recuperando dalla quinta posizione) ha incassato un distacco di 80 centesimi, mentre la svizzera Michelle Gisin (terza nell'ordine d'arrivo) è finita a 1"46. Ancora più lontane le altre, con Petra Vlhova quarta a 1"58, Federica Brignone quinta a 2"10 e Mikaela Shiffrin sesta a 2"18. Tutte atlete che rappresentano il meglio della specialità, e che oggi hanno assistito alla spettacolare esibizione della vincitrice, giunta al terzo successo stagionale in gigante su quattro gare disputate (dopo Soelden e Courchevel), con un altro gigante a Courchevel finito male a poche porte dal traguardo nella seconda manche, quando un'altra vittoria sembrava alla sua portata. La graduatoria di giornata vede anche Sofia Goggia (nono tempo nella seconda manche) al quindicesimo posto ed Elena Curtoni sedicesima, mentre non si sono qualificate Valentina Cillara Rossi, Luisa Bertani, Roberta Melesi, Roberta Midali e Laura Pirovano.

Il trionfo odierno permette a Marta di tornare a indossare il pettorale di leader di gigante con 300 puti davanti alla stessa Brignone con 250 e a Gisin con 192, mentre la generale vede sempre Vlhova al comando 749 punti davanti a Gisin con 635 e Shiffrin con 525, mentre Bassino è quarta con 523 e Brignone sesta con 429. Domenica 17 gennaio il programma prevede un altro gigante con partenza alle ore 09.15 e 12.15.

Le parole di Marta Bassino dopo la vittoria nel gigante femminile di Kranjska Gora. "E' stata una gara tostissima, era difficile trovare buone sensazioni per via della pista, molto impegnativa e ghiacciata e dove era facile sciare male. Ho fatto tantissima fatica, come quelle gare dove ti trovi un po' lunga, però me l'aspettavo, ho tenuto duro dalla prima alla ultima porta, sciando tecnicamente il meglio possibile. Ho trovato l'appoggio presto e sono riuscita a non rimanere troppo sotto il palo per scappare subito via, verso la porta successiva. E' la terza vittoria stagionale su tre piste abbastanza diverse dal punto di vista tecnico, ciò che mi rende felice è il fatto di avere inflitto così tanto distacco alle mie avversarie su un tracciato che temevo particolarmente. Vincere con queste condizioni è fantastico. Adesso l'importante sarà rimanere concentrata sul prossimo obiettivo che è già domani, con il prossimo gigante".

Ordine d'arrivo GS femminile Flachau (Aut)

  1. Marta Bassino (Ita) 2'11"90
  2. Tessa Worley (Fra) +0"80
  3. Michelle Gisin (Svi) +1"46

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da FISI (@federazione_sport_invernali)

(fisi.org)