Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, il M5S al contrattacco: “Il nostro territorio è pieno di piste ciclabili fantasma”

"Di fatto, queste mancanze amministrative del passato, impediscono oggi di procedere con la manutenzione di queste piste"

Ostia – “Si parla ormai da mesi della pista ciclabile sul lungomare, ma a guardar bene, piuttosto, bisognerebbe parlare di quelle già esistenti, in quanto abbiamo appurato che molte piste ciclabili del nostro territorio realizzate dalle precedenti amministrazioni, mancano della D.D. (Determina Dirigenziale) di traffico e del codice Ibu (Insieme Beni unitari), che identifica un bene a patrimonio pubblico”. E’ quanto si legge in una nota diffusa dal Movimento 5 Stelle del X Municipio.

“Ma questo, ad alcuni attuali detrattori è sfuggito, concentrandosi piuttosto sulla ciclabile del lungomare – sottolineano -. Di fatto, queste mancanze amministrative del passato, impediscono oggi di procedere con la manutenzione sfalcio e pulizia di molte di queste piste ciclabili, che di fatto esistono ufficiosamente ma non ufficialmente, in buona sostanza sono piste ciclabili fantasma“.

“Non vogliamo sempre parlare del passato, ma il passato si ripropone prepotente su ogni aspetto che affrontiamo quotidianamente svolgendo il nostro lavoro di consiglieri, ed è per questo che abbiamo, presentato e approvato una risoluzione per chiedere ai Dipartimenti competenti di completare l’ iter delle piste ciclabili già esistenti. Questo ci permetterà, una volta completato il tutto di poter poi, finalmente, far effettuare agli organi competenti la dovuta manutenzione e pulizia”, spiegano dal M5S.

“L’ opposizione, in aula, non ha concordato su ciò, ma questa maggioranza di certo non si ferma su mere strumentalizzazioni politiche, che lasciano il tempo che trovano: anzi, su questo tema abbiamo convenuto di procedere spediti, perché quello che ci interessa in maniera primaria è la risoluzione del problema per coloro che dovranno fruirne. Per appurare le responsabilità del passato, comunque, abbiamo chiesto al presidente della Commissione Trasparenza e Garanzia, Pietro Malara, di convocare urgentemente una sessione su questa problematica, per capire come mai nessuno in passato si è accorto di queste mancate autorizzazioni”.

“Da tutta questa vicenda si può ben capire il modus operandi molto diverso dal presente. In molti altri casi, come per esempio la pedonalizzazione di piazza Anco Marzio o i lavatoi di Ostia Antica, il problema è stato risolto dall’ attuale Amministrazione”, concludono.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ostia X Municipio
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Ostia X Municipio