Seguici su

Cerca nel sito

Vaccinazioni anti-Covid, prosegue a pieno ritmo la Campagna dell’Asl Roma 6

Asl Roma 6: "Somministrate circa 7.200 dosi di vaccino presso il Centro vaccinale dell'Ospedale dei Castelli e presso le Strutture Accreditate/Rsa"

“Sono state somministrate circa 7.200 dosi di vaccino presso il Centro vaccinale dell’Ospedale dei Castelli e presso le Strutture Accreditate/Rsa dove proseguono le vaccinazioni. E’ stata vaccinata la popolazione target individuata in questa prima fase di campagna vaccinale che ha aderito alla somministrazione”. Lo comunica in una nota, l’Asl Roma 6.

“In vista dell’ampliamento numerico delle vaccinazioni – prosegue la nota – l’azienda sta attivando nuovi punti (Spoke) per essere presenti in maniera capillare sull’intero territorio:

Ospedale San Sebastiano Frascati Dh1
Casa della Salute Rocca Priora Dh1
Ospedale dei Castelli Dh2
Centro Vaccinale Marino Dh3
Centro Vaccinale Pomezia Dh4
Ospedale Paolo Colombo di Velletri Dh5
Casa della Salute Villa Albani Dh6
Presidio Ospedaliero Anzio-Nettuno Dh6

L’Hub della Asl Roma 6 è stato individuato nell’Ospedale dei Castelli e ha i seguenti compiti:

ricevere e stoccare i vaccini;
distribuire i vaccini ai centri Spoke e ai Punti di Somministrazione delle strutture autonome;
provvedere alle somministrazioni del vaccino”.

“La potenzialità vaccinale dell’Hub Aziendale è legata alle linee Vaccinali attivate che possono variare da 6 a 10 potendo erogare dai 430 ai 600 vaccini nelle 12 ore di apertura. – Dichiara la Direzione Aziendale della Asl Roma 6 – La capacità vaccinale totale dei 7 Spoke aziendali può essere stimata in prima fase tra i 384e i 792 vaccini die.

Pertanto a regime i centri vaccinali della Asl Roma 6 potranno arrivare ad erogare fino ad un massimo di 1.300 vaccini al giorno.

L’azienda conta di attivare gli Spoke in concomitanza dell’avvio della seconda dose vaccinale presso l’HUB dell’Ospedale dei Castelli previsto per la prossima settimana, parallelamente al proseguimento attività esterne sulle Strutture Sanitarie, Socio-Sanitarie e Socio-Assistenziali, per le quali procederà l’attività di somministrazione sul territorio.”

Il piano di vaccinazione dell’azienda prosegue nel rispetto delle linee di programmazione vaccinale regionale e nazionale e prevede:

la vaccinazione degli ultra ottantenni in carico presso i presidi ospedalieri;
la vaccinazione degli ultraottantenni sul territorio che avverrà inizialmente mediante chiamata diretta e a regime prioritariamente attraverso i medici di medicina generale o in alternativa mediante prenotazione su sistema web (https://prenota-vaccino.regione.lazio.it) ;
la vaccinazione ai soggetti dializzati presso i vari centri dialisi e ai soggetti trapiantati.
(Il Faro onliene)