Seguici su

Cerca nel sito

Campionessa e Dottoressa, Alessandra Patelli fa il vaccino anti Covid: “Una speranza per il futuro”

L’atleta del canottaggio azzurro, che ha ricevuto il Premio ‘Coraggio e Altruismo’ per la sua lotta contro il Covid, ha ricevuto il primo step del vaccino

Mentre attende il pass olimpico nel quattro senza femminile, Alessandra si prende una soddisfazione, probabilmente ben più importante di una qualifica. Serve per difendere la vita. ‘Un segno di speranza e di ottimismo’. In questo modo lei stessa lo dice  sulla sua pagina personale Facebook.

La Patelli del canottaggio azzurro, con partecipazione al due senza a Rio 2016, ha ricevuto la prima dose di vaccino anti Covid. E’ una dottoressa la campionessa dell’Italcanottaggio ed è una volontaria in corsia in questi mesi di dura lotta contro il coronavirus per una Italia che spera di risorgere quanto prima.

E’ specializzanda presso la scuola di specializzazione in “Medicina dello Sport e dell’Esercizio Fisico” dell’Università di Palermo e proprio nel capoluogo siciliano Alessandra ha fatto il primo step verso l’immunizzazione. Nel mondo sportivo e nei suoi sogni di successo, è importante evidentemente in vista dei Giochi Olimpici. Lo ha chiesto anche il presidente del Coni Giovanni Malagò. Che gli atleti facciano il vaccino, per partecipare ad una Olimpiade sicura e Covid free. E non è la sola la Dottoressa Patelli ad averlo fatto, in ambito sportivo. Due settimane fa anche il campione di nuoto e tra pochi mesi medico a tutti gli effetti, bronzo europeo in vasca lunga nei 200 dorso, Matteo Restivo ha fatto il vaccino. In procinto di laurearsi in medicina e tirocinante in ospedale a Firenze, il nuotatore a caccia del pass a Cinque Cerchi si è vaccinato.

E’ un giorno ‘nero’ nel luogo comune di una tradizione di pensiero culturale oggi, ma Alessandra ci mette il sole. Con la forza di una campionessa e della responsabilità di una donna: “In quello che viene definito il “Blue Monday”scrive la Patelli su Facebookio ricevo la mia prima dose di vaccino anti-Covid 19 e cosí questo lunedì sa tutt’altro che di triste, sa di speranza e di ottimismo che torneremo presto a progettare il nostro futuro”.

E presto in gara, per emozionarsi ancora.

(Il Faro online)