Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Centro Argos di Nettuno, Aurigemma e Colosimo: “Garantire il progetto riabilitativo”

"Il mancato mantenimento degli impegni da parte della Regione rappresenterebbe, purtroppo, il colpo di grazia definitivo per questi giovani"

Nettuno – “In questo momento molto particolare che stiamo attraversando a seguito dell’emergenza coronavirus, mai ci saremmo immaginati che l’Amministrazione regionale andasse a tagliare servizi fondamentali per le categorie più deboli della nostra regione“. Lo dichiarano in una nota i consiglieri di Fratelli d’Italia della Regione Lazio, membri della commissione regionale Sanità e Politiche Sociali, Antonello Aurigemma e Chiara Colosimo, insieme all’assessore comunale di Anzio alle Politiche Sociali Velia Fontana e all’assessore comunale di Nettuno alle Politiche Ambientali e Sanitarie Claudio Dell’Uomo.

“Facciamo riferimento – spiegano – al centro Argos di Nettuno, dove sono in cura bambini con disabilità gravi: a quanto sembra, la Regione avrebbe fatto un accordo a livello economico, che adesso non riuscirebbe più a mantenere. E a causa di questo, il centro Argos avrebbe comunicato che dal 18 gennaio sarà sospeso il progetto riabilitativo per circa 30 ragazzi. Dunque, il mancato mantenimento degli impegni da parte della Regione rappresenterebbe, purtroppo, il colpo di grazia definitivo per questi giovani e per i loro familiari”.

“Per questi motivi invitiamo l’Amministrazione regionale a impegnarsi immediatamente, per ripristinare un servizio fondamentale e indispensabile. In tal senso, già nell’audizione di giovedì prossimo in commissione regionale Sanità, chiederemo un intervento concreto da parte del presidente Zingaretti, proprio al fine di garantire la continuità di queste importantissime attività, a servizio delle fasce più svantaggiate”, concludono.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Nettuno
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Nettuno