Seguici su

Cerca nel sito

Nuovo stop all’anticiclone: da giovedì torna il maltempo atlantico con pioggia e neve previsioni

Previsioni meteo Italia e Lazio 20 e 21 gennaio 2021

Più informazioni su

Previsioni meteo Italia

SITUAZIONE. Il ritorno dell’anticiclone sul Mediterraneo centrale e l’Italia non sarà assolutamente duraturo e già entro la metà della settimana il tempo comincerà a deteriorarsi al Nord e sulle regioni tirreniche, per la disposizione delle correnti dai quadranti sudoccidentali. Si tratterà dei primi segnali di un progressivo cambiamento, innescato dall’avanzata del flusso perturbato atlantico che gradualmente smantellerà l’anticiclone, raggiungendo lo Stivale con una serie di perturbazioni che, seppur a fasi alterne, ci accompagneranno fino alla fine della settimana.

METEO MERCOLEDÌ. Nuvoloso al Nord e su gran parte delle regioni tirreniche con deboli piogge sparse, un po’ più frequenti su Genovese e Spezzino, in giornata anche su Lazio e Campania. Qualche fiocco di neve sull’Appennino Toscano oltre i 1100m. In serata arriva qualche nevicata anche sull’arco alpino tra alto Piemonte e Lombardia già dai 300/600m di quota. Permangono condizioni più soleggiate sulle regioni adriatiche, al Sud e in Sardegna con cieli generalmente poco nuvolosi. Temperature in ulteriore lieve aumento e venti in ulteriore rinforzo da sud-sudovest.

METEO GIOVEDÌ. Una perturbazione atlantica raggiungerà l’Italia provocando un ulteriore deterioramento del tempo al Nord e al Centro, specie tirreniche, con piogge sparse e fenomeni che risulteranno più frequenti su Liguria e a ridosso dell’arco alpino, più sporadiche sulla Val Padana dove tenderanno ad organizzarsi verso sera a nord del Po. L’aria fredda che graverà nei bassi strati della Val Padana favorirà anche nevicate a quote basse o collinari (300/600m). Nubi e piogge interesseranno contemporaneamente ovest Sardegna e regioni tirreniche centro-settentrionali, specie in serata quando si estenderanno a tutta la Campania. Quota neve sull’Appennino centro-settentrionale sui 1300/1500m. Andrà meglio invece sul versante adriatico e sul resto del Sud, con nuvolosità parziale e clima asciutto. Ventilazione tesa da sudovest con raffiche di Garbino sull’Adriatico. Temperature in lieve aumento.

Evoluzione meteo Lazio

MERCOLEDI: umide correnti di libeccio, richiamate da una nuova saccatura che tenta un affondo sull’Europa centro-occidentale, investono Toscana, Lazio e Umbria determinando un peggioramento con nuvolosità irregolare e talvolta estesa con piogge o pioviggini sparse, specie sull’alta Toscana dove le precipitazioni risulteranno più insistenti ed in serata sul basso Lazio. Temperature in rialzo, con neve in genere dai 1100-1400m, a tratti localmente attorno i 1000m sulla Garfagnana. Venti deboli o moderati tra Scirocco e Libeccio con rinforzi lungo le coste, Maremma ed alto Lazio. Mare mosso.

 

GIOVEDI: umide correnti di Libeccio pilotano una perturbazione responsabile di nubi diffuse e piogge sparse, specie su Toscana settentrionale ed appenninica, dove saranno possibili fenomeni a carattere di rovescio, e sul Lazio meridionale. Temperature in ulteriore lieve aumento specie in quota, con neve in Appennino solo a quote alte. Venti in rinforzo dai quadranti meridionali specie lungo le coste. Mari mossi o molto mossi.

Commento del previsore Lazio

Martedì bel tempo prevalente tra Umbria e Lazio, più nubi nel corso del giorno sulla Toscana, dove non mancheranno deboli precipitazioni sulle aree settentrionali ed appenniniche. Clima ancora rigido specie nottetempo e al mattino quando si avranno diffuse gelate anche in pianura sulle zone interne; valori termici ampiamente sottozero sulle valli appenniniche. Da mercoledì e nei giorni successivi tempo in nuovo progressivo deterioramento per l’ ingresso di umide ma più miti correnti di Libeccio, accompagnate da piogge sparse e locali rovesci, specie sull’alta Toscana, e sulle aree interne ed appenniniche di Umbria e Lazio. Il tutto accompagnato da un addolcimento delle temperature.
Fonte: 3B Meteo

 

Più informazioni su