Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Cala Fonte, 350mila euro per metterla in sicurezza

Dopo la frana, superati gli scogli amministrativi. Pubblicato il bando

Più informazioni su

Ponza – Finalmente Cala Fonte, colpita da una prima frana il 30 dicembre del 2017, con il crollo di un costone roccioso che aveva determinato instabilità e pericolo per la zona (l’area è stata debitamente interdetta al transito per garantirne la sicurezza) e, da una seconda frana lo scorso 8 giugno, sarà messa in sicurezza e sarà oggetto di una riqualificazione ambientale.

Una riqualificazione che le darà un nuovo volto, più sicuro, e che le permetterà di tornare fruibile a ponzesi e turisti.

Il progetto per la messa in sicurezza

Nel marzo 2018, la Giunta, targata Ferraiuolo, ha approvato il progetto preliminare che prevedeva 2 interventi di messa in sicurezza, mentre, nel 2019 ha conferito al geologo Cavelli e all’ architetto Calenzo l’incarico di redazione e progettazione definitiva/esecutiva dei lavori di “messa di sicurezza e riqualificazione ambientale del dissesto della falesia sul versante costiero di Cala Fonte” – I° Stralcio di intervento.

A seguito della frana dello scorso giugno, però, a questi lavori (che ammontano, in totale, a circa 350mila euro), è stato necessario apportare una variante e un aggiornamento al progetto.

Nei giorni scorsi, dopo l’approvazione della variante (validata dal Rup lo scorso novembre), la Giunta, considerata l’urgenza, con la Determina n.23, ha proceduto all’affidamento dei lavori di messa in sicurezza e riqualificazione ambientale (il valore complessivo dell’appalto è di 262. 776, 40 euro, di cui 246.478,59 euro soggetti a ribasso e 16. 297,81 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso) del dissesto della falesia sul versante costiero di Cala Fonte” – I° Stralcio di intervento.

“Per espletare tale procedura – si legge nella determina – , ai fini della massima trasparenza e celerità, si procederà con una gara telematica attraverso la piattaforma “MePa”, con il sistema della procedura aperta, secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Le domande dovranno pervenire, entro e non oltre le ore 12 dell’8 febbraio. Per partecipare, pena esclusione, gli operatori economici interessati dovranno inviare la propria offerta sulla piattaforma.”

In foto nell’articolo: Cala Fonte

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ponza 

Più informazioni su