Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Il buonumore in un dessert con i Bocconcini di banane e cioccolato fondente

Alto il morale con i cibi del buonumore e con una ricetta che ne comprende tre fra i più potenti: la banana, il cioccolato fondente e le noci

Più informazioni su

Di: ILARIA CASTODEI

Cucina e Sapori – Poca vita sociale, lavoro da casa, diete post natalizie, clima freddo e uggioso e l’intero anno davanti, sono alcune tra le tante motivazioni che, in questo periodo, potrebbero causare in ognuno dei momenti tristi in cui ci si sente psicologicamente un po’ sopraffatti e che non contribuiscono a far vivere il periodo in maniera ottimale dal punto di vista umorale.

Uno dei metodi più efficaci, e oramai abbondantemente sperimentati, per combattere il malumore è l’alimentazione. E’ facile, infatti, ritrovare il buonumore anche a tavola e con alimenti in grado di influenzare la stimolazione del famoso e tanto chiacchierato “ormone della felicità”, ovvero la serotonina, e di apportare numerosi sali minerali utili alla stabilizzazione dell’umore.

La serotonina è un neurotrasmettitore che viene sintetizzato solo attraverso l’introduzione nella dieta di un amminoacido essenziale, il triptofano. Fortunatamente lo si trova in moltissimi alimenti ed alcuni ne sono molto più ricchi di altri. Al contrario ce ne sono alcuni che lo inibiscono come possono essere i superalcolici, il caffè, gli zuccheri raffinati e i grassi saturi (dagli effetti di iniziale appagamento ma inibitori nei confronti della sintesi delle endorfine). Quindi è possibile essere di buonumore e conservare un buono stato psicofisico con l’alimentazione a patto che questi cibi siano inseriti in un regime dietetico bilanciato e variato.

Ma quali sono i cibi del buonumore?

Il consumo di cibi contenenti alte quantità di triptofano portano senz’altro ad un aumento dei livelli di serotonina nel nostro corpo. Si potrebbe parlare di dieta del buonumore ma, attenzione, non di dieta ipocalorica! Infatti molti di questi alimenti hanno la particolarità di essere ipercalorici e in quanto tali devono essere inseriti e distribuiti sapientemente in una equilibrata alimentazione giornaliera. I cibi che più di altri vengono utilizzati in cucina come azione “rissolleva-umore” quindi sono:

Il cioccolato fondente: questo alimento se ad alta percentuale di cacao amaro, almeno il 70% di cacao, risulta uno degli elementi più ricchi di triptofano, sali minerali ed altre sostanze necessarie per un equilibrato stato psicologico.

Uova: le uova sono considerate tra gli alimenti più efficaci per combattere il malumore, basti pensare che un uovo sodo contiene ben oltre la quantità giornaliera raccomandata di triptofano. Molto interessante è anche la ricchezza di zinco che partecipa attivamente alla regolazione del tono dell’umore.

Le banane: oltre a contenere un elevato valore di triptofano in più questo frutto è ricchissimo di potassio che partecipa alla modulazione degli impulsi nervosi. Anche l’alta percentuale di vitamina B9 e di acido folico contenuta contribuisce a incentivare la secrezione di serotonina.

Semi di girasole: ricchissimi di magnesio, acido folico, acidi grassi e vitamine del gruppo B, i semi di girasole sono importanti per la loro notevole concentrazione di triptofano, tanto da essere tra gli alimenti vegetali in assoluto più ricchi di questo aminoacido. Sono perfetti per uno spuntino anti-stress.

Noci e frutta secca: si sa già che la frutta secca sia molto efficace nella difesa del sistema immunitario con sostanze quali omega 3 e acidi grassi insaturi, ma le noci in particolare contengono un importante valore di triptofano e acido folico associato ad un altro beneficio nel consumo di frutta secca che è quello di stimolare la produzione di dopamina, un altro ormone strettamente collegato al buonumore.

Salmone e pesci grassi: particolarmente ricchi di omega 3 che agisce positivamente sulla sintesi di serotonina.

E poi ancora i vegetali a foglia verde sono ricchissimi di triptofano, la soia e i suoi derivati (tofu, latte di soia, semi di soia), i cereali integrali ( avena, il riso integrale, il grano, i germi di grano), i latticini (yogurt, formaggio) e le proteine animali (carne bianca e rossa e crostacei), i legumi (come lenticchie, piselli), fra la frutta, oltre alle banane, si trovano anche il kiwi, il mango e i datteri.

La ricetta del buonumore: Bocconcini di banana al cioccolato fondente con le noci

I bocconcini di banana al cioccolato fondente e noci sono una delizia alla frutta da preparare in maniera veloce e semplice per un dessert dell’ultimo minuto. Sono necessari pochissimi ingredienti e altrettanti pochi minuti per ottenere un pieno di energia e buonumore. Golosissimi sia per adulti che per i bambini per una sfiziosa e golosa merenda e per ricaricarsi di allegria.

Ingredienti: 4 banane, 200 g di cioccolato fondente, 10 noci

Procedimento: iniziare subito sbucciando le noci e ridurre i gherigli in grossolana polvere. Poi procedere con il cioccolato tagliandolo a pezzetti o a scaglie. Metterlo in un pentolino per scioglierlo a bagnomaria, ovvero all’interno di una pentola più grande contenente dell’acqua (si può anche sciogliere nel microonde).

Passare quindi alle banane. Scegliere 4 banane ben sode, sbucciarle e tagliare in piccole rondelle da 2 cm l’una circa. Poi si possono posizionare su una griglia per poterci versare sopra il cioccolato fuso oppure prendere ogni rondella con uno stecchino e intingerla completamente nel cioccolato fuso.

Mettere subito i bocconcini di banana su carta forno e cospargerli velocemente con la polvere di noci prima che il cioccolato si solidifichi del tutto. Far riposare in frigo fino al momento del dessert e, prima di servirli, se si preferisce, si può cospargere di cacao amaro o zucchero a velo. Un ottimo e scenografico dessert da gustarsi un boccone dopo l’altro. 

Il Faro online – Clicca qui per leggere la rubrica Cucina e Sapori

Più informazioni su