Seguici su

Cerca nel sito

Infernetto, Picca: “Su via Ceccarossi il Municipio prende in giro i cittadini”

"E' dovere del Municipio Roma X garantire i servizi ai cittadini e risolvere nelle sedi preposte i contenziosi"

X Municipio – “Il rimpallo di competenze è il modo più semplice per prendere in giro i cittadini e scrollarsi di dosso ogni responsabilità. A dimostrarlo è il caso di Via Ceccarossi, all’Infernetto”. Così in una nota Monica Picca, capogruppo del X Municipio.

“A seguito di un esposto presentato da LabUr-Laboratorio di Urbanistica lo scorso 11 dicembre, il Municipio X ha risposto scaricando sui cittadini la responsabilità della negligenza amministrativa del Municipio stesso che dal 2016 ad oggi non ha provveduto a garantire la pubblica e privata incolumità sulla strada, rimasta aperta al pubblico transito in presenza di una voragine profonda, pericolosa e ben visibile”, spiega la Picca che sulla questione presenterà un’interrogazione.

Via Ceccarossi è una strada di grande importanza l’Infernetto, perché l’unica parallela tra via C. Colombo e via di Castel Porziano. Si tratta di una strada collaudata nel 2011 ma ad oggi non ancora acquisita a patrimonio municipale. 

Secondo il Municipio la manutenzione straordinaria della strada spetterebbe ai “i frontisti proprietari”, dimenticando che da cinque anni è stato proprio il Municipio ad aprire al pubblico transito Via Ceccarossi, senza le necessarie condizioni di sicurezza e senza alcun intervento di manutenzione o ripristino. Non è una strada privata ma una strada pubblica di cui non si è concluso l’iter amministrativo di acquisizione per grave negligenza del Municipio stesso”.

“E’ dovere del Municipio Roma X garantire i servizi ai cittadini e risolvere nelle sedi preposte i contenziosi. Non è accettabile che la strada sia stata chiusa il 2 dicembre, dopo la segnalazione di LabUr al Gruppo X Mare del Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale, e non dal Municipio, che il 26 ottobre ha addirittura svolto una Commissione congiunta in loco. Evidentemente la privata e pubblica incolumità per questa amministrazione è un optional”, conclude la Picca.