Seguici su

Cerca nel sito

Valorizzare la Marina di Latina: l’obiettivo dell’Amministrazione

Tra gli interventi in programma, la chiusura al traffico del tratto sinistro del lungomare nell’ultima domenica del mese per tutto il 2021, esclusi giugno, luglio e agosto

Più informazioni su

Latina – Valorizzare le potenzialità naturalistiche della Marina di Latina, con i suoi paesaggi impreziositi dalla presenza dei laghi costieri e le sue biodiversità. E allo stesso tempo promuovere la tutela dell’ambiente, la mobilità sostenibile e il benessere fisico.

Sono questi gli obiettivi che l’Amministrazione intende raggiungere attraverso una serie di interventi di promozione ecologica, naturalistica e sportiva da mettere in pratica con la partecipazione delle associazioni e dei cittadini.

Uno di questi interventi si concretizzerà con la chiusura al traffico veicolare, dalle 9 alle 17, del tratto fra Capoportiere e Rio Martino, nell’ultima domenica del mese per tutto il 2021, ad esclusione di giugno, luglio e agosto. L’iniziativa, già attuata in via sperimentale nel maggio scorso, è stata denominata “Buona Domenica” e consentirà a cittadini e cittadine di godere della bellezza del lungomare nel pieno rispetto e nei limiti delle prescrizioni previste per fare fronte alla pandemia da Covid-19.

Sarà inoltre realizzato un prodotto audiovisivo che valorizzi le ricchezze ambientali e naturalistiche della Marina di Latina così da superare il pregiudizievole disvalore storico causato dalla presenza dell’ex centrale nucleare e nel contempo valorizzare gli aspetti di cura del territorio da parte della cittadinanza e del volontariato attivo, prospettando anche le potenzialità che il territorio offre. Verrà promosso anche un concorso fotografico che trarrà spunto dal tema del valore delle zone umide e della ricchezza della biodiversità del nostro territorio.

Il Parco del Circeo, di cui fanno parte anche i laghi costieri situati nel tratto tra Capoportiere e Rio Martino, è infatti tra le Zone Umide Protette alle quali viene riconosciuto un particolare valore ecologico nella funzione di regolamentazione del regime delle acque e del clima per flora e fauna, come sancito dalla Convenzione di Ramsar del 1971, di cui quest’anno ricorre il cinquantenario.

Più informazioni su