Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Un difficile superG a Garmisch, Sofia Goggia: “Ho faticato, ma mi rifarò”

L’atleta azzurra ha terminato al quarto posto la gara sostitutiva della discesa in programma. Domani si prosegue. Federica Brignone decima

Garmisch – Lara Gut-Behrami continua la sua marcia imperiosa in superG e vince anche la prima gara di Garmisch-Partenkirchen, su una pista battuta dalla neve e dalla pioggia, poi salata con poca efficacia viste le alte temperature. Lara Gut ha chiuso con il tempo di 1’15″70, battendo la giovane norvegese Kaisa Lie, al primo podio della carriera, in ritardo di 68 centesimi dalla svizzera. Al terzo posto, per molti minuti è rimasta Sofia Goggia, battuta però dal numero 29 Marie-Michele Gagnon, per 7 centesimi. Goggia finisce così ai piedi del podio, dimostrando comunque di poter puntare al podio anche in questa specialità.

Federica Brignone commette un errore nell’unico salto della pista e finisce larga, terminando in 12/a posizione, davanti a Elena Curtoni, che fa un errore simile alla compagna di squadra. Laura Pirovano mette in pista un gara generosa e termina al 16/o posto, mentre Francesca Marsaglia è 24/a, non a suo agio con la neve che trasmetteva strane sensazioni alle atlete. A punti anche Roberta Melesi, 27/a. E’ invece 36/a Nadia Delago. E’ uscita, sempre sullo stesso salto, Marta Bassino, vittima di una traiettoria errata.

Sofia Goggia: “A dire la verità me la sentivo di non esultare troppo presto perché un secondo di svantaggio era tanto. Poco cambia, domani proverò ad attaccare di più. Le sensazioni non sono state buone, mi sono trovata sempre arretrata e facevo fatica. Ma le gare sono queste e l’avvicinamento al Mondiale prosegue“.

Federica Brignone: “Era una gara molto facile, il tracciato non presentava difficoltà. Ho sbagliato sul salto e sono andata veramente lunga e ho perso velocità. Sono a tre decimi dal podio ma sono decima. Per prendere la Gut bisogna fare qualcosa di diverso, che io oggi non ho fatto“.

Francesca Marsaglia: “La neve era molto strana, io ero consapevole che non fosse la mia condizione preferita. Bisognava trovare il giusto compromesso fra attaccare ed essere molto morbide. Ho sbagliato dove non dovevo sbagliare e ho perso molta velocità e ancora nella parte finale un altro errore“.

Marta Bassino: “Sapevo di non dover andare troppo a destra al salto, ma quando sono arrivata lì ho lasciato la traiettoria troppo presto e sono uscita“.

Domenica si replica con un altro superG, partenza alle 11 e diretta su Rai Sport ed Eurosport.

Ordine d’arrivo SG femminile Garmisch

  1. Lara Gut-Behrami SUI 1’15″70
  2. Kaisa Lie NOR +0″68
  3. Marie-Michele Gagnon CAN +0″93
  4. Sofia Goggia ITA +1″00

(fisi.org)