Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

“Uniti per il mare”, da Civitavecchia al Circeo tanti giovani ripuliscono le spiagge fotogallery

Quella che era nata per essere una semplice pulizia locale, grazie ai social si è trasformata in poco più di 24 ore in un evento nazionale

Il litorale laziale è stato tra i protagonisti del flash mob nazionale promosso dall’associazione Sons of the Ocean per la pulizia delle spiagge. Quella che era nata per essere una normale pulizia locale, attraverso il passaparola dei social, si è trasformata in poco più di 24 ore in un evento nazionale. Da Civitavecchia al Circeo i giovani hanno ripulito il litorale da rifiuti di ogni tipo, dalla plastica al vestiario.

“Questo denota la voglia collettiva di un cambiamento – si legge in un post della pagina Sons Of The Ocean – e soprattutto il pensiero comune di dare un segnale forte a tutta la collettività. Basta rifiuti, basta inquinare e basta disperdere nell’ambiente“.

“La novità – prosegue l’Associazione – e la bellezza di questo evento stanno nel modo spontaneo e di propria volontà con il quale più di 50 associazioni, club, gruppi e semplici cittadini si sono uniti per ‘fare’ e non stare più fermi a guardare. Tutti ormai siamo bene a conoscenza che non c’è più tempo. La terra e il mare hanno bisogno di noi perché noi abbiamo bisogno di loro per la nostra sopravvivenza. Lo ripetiamo spesso, noi non dobbiamo salvare la terra, dobbiamo salvare noi stessi”.

“Abbiamo fatto una passeggiata educativa ed ecologica – ha raccontato a ilfaroonline.it Lucia Costantino, volontaria di Anzio -. Abbiamo pulito le spiagge mentre camminavamo. Potrebbe essere il motto di questa esperienza alla quale hanno partecipato oltre 60 associazioni, sparse in tutta Italia. Il Lazio ha risposto in modo esemplare da Civitavecchia al Circeo, con tanti giovani e bambini. Molto attiva anche la parte di Anzio e Nettuno con Save the Sea – Ardea”.

Tra le spiagge ripulite di Anzio e Nettuno ci sono: Belvedere e Tirrenino per Nettuno e Lido dei Pini, Tor Caldara e Grotte di Nerone per Anzio. Ma non solo, i volontari hanno pulito anche le aree verdi dei vari comuni.

“In totale abbiamo raccolto circa 1000 kg di materiali più disparati – prosegue Costantino – , tra cui tante reti abusive, copertoni, tendalini da barca e vestiario di ogni genere. Un grazie all’azienda della nettezza urbana M.S.A. srl per il supporto nel ritirare quanto da noi volontari raccolto”.

“Una cinquantina di volontari con l’appoggio di ferramenta Valesi e il comune di San felice Circeo, hanno dato una piccola mano al flash mob organizzato oggi in tutta Italia a favore dei nostri mari. Tanti i piccolissimi che hanno partecipato, nelle loro mani sarà ciò che noi cerchiamo di migliorare”, ha commentato il proprietario di Windsurf Circeo.

(Il Faro online)