Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Vaccino AstraZeneca, D’Amato: “Ora c’è bisogno di uniformità a livello nazionale”

"Tra la raccomandazione di Aifa e i ritardi nelle consegne dei vaccini, rischiamo di creare una situazione di rallentamento"

Roma – “Dopo la raccomandazione di Aifa circa la consigliabilità delle classi di età del vaccino AstraZeneca (leggi qui) è necessario che le Regioni siano messe presto nelle condizioni di avere una chiara indicazione circa le priorità e l’aggiornamento del piano strategico nazionale”. A dichiararlo è l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

“Su questo tema – sottolinea D’Amato – occorre la massima trasparenza e una scelta uniforme a livello nazionale. Paradossalmente, il combinato disposto tra la raccomandazione di Aifa e i ritardi nelle consegne dei vaccini, rischia di creare una situazione di rallentamento proprio nelle fasce di popolazione più a rischio, anziani, patologie croniche e oncologiche. Se si accettasse tale raccomandazione avremmo tutta una fascia di età tra i 60 e gli 80 anni che non sarà possibile vaccinare già dai prossimi mesi”.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Regione Lazio
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram sulle notizie dall’Italia e dal mondo