Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Pomezia, 50enne spacciava in casa: tradita dal viavai degli acquirenti

La donna è stata arrestata con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio

Pomezia – I Carabinieri della Compagnia di Pomezia hanno arrestato in flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti una donna di 50 anni originaria di Roma.

Nel corso di uno dei quotidiani servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati nel centro abitato di Pomezia, i Carabinieri della Stazione di Torvajanica hanno notato movimenti sospetti nei pressi di un palazzo di via Catullo, nota piazza di spaccio.

Ritenendo che fossero in atto attività illecite, i Carabinieri hanno sottoposto a controllo una 50enne originaria di Roma abitante nella zona e, all’interno della sua abitazione, i militari dell’Arma hanno rinvenuto quasi 76 grammi di hashish e 95 grammi di cocaina, quest’ultima suddivisa in tre involucri, uno dei quali a sua volta già frazionato in 158 dosi. Insieme alla droga i Carabinieri hanno anche rinvenuto bilancini di precisione, parecchio materiale per il confezionamento, sostanza da taglio e 360 euro in contanti, verosimile provento dello spaccio.

Per la donna sono immediatamente scattate le manette ed è stata posta agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Pomezia
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Pomezia