Seguici su

Cerca nel sito

Michela Moioli prima in Coppa del Mondo: “Mi sentivo bene, difenderò il pettorale”

La campionessa olimpica di snowboard cross commenta la sua seconda vittoria in stagione alla Coppa del Mondo. Guida la classifica con 250 punti

Ancora un’impresa per Michela Moioli nella Coppa del Mondo di snowboardcross femminile. La campionessa olimpica in carica ha conquistato la seconda vittoria stagionale (quindicesima in carriera) sulla pista austriaca di reiteralm, dove ha preceduto nella finale a quattro la statunitense Lindsey Jacobellis, la francese Chloe Trespeuch e la compagna di squadra Raffaella Brutto.

Quattordicesima e fuori nei quarti di finale Sofia Belingheri, mentre Caterina Carpano non è andata oltre la ventunesima posizione. Il successo odierno consente alla bergamasca del Centro Sportivo Esercito di tornare in vetta alla classifica generale con 250 punti davanti alla ceca Eva Samkova con 205, terza è la francese Faye Gulini con 186.

In campo maschile ad imporsi è stato l’austriaco con mamma altoatesina Alessandro Haemmerle sullo spagnolo Lucas Eguibar e lo statunitense Mick Dierdorff. Quinto e fuori in semifinale Omar Visintin, mentre Lorenzo Sommariva ha concluso tredicesimo, Michele Godino ventiduesimo, Thomas Belingheri trentacinquesimo, Tommaso Leoni quarantunesimo e Filippo Ferrari cinquantunesimo. Nella graduatoria di coppa Haemmerle sale a 220 punti contro i 162 del canadese Grondin, Sommariva è nono con 116. Il prossimo appuntamento è fissato per il 4 marzo a Bakuriani, in Georgia.

Le parole di Michela Moioli: “E’ stata una bellissima giornata, con una bella gara su una bella pista, dove mi sono sentita bene sin da subito. Sapevo che avrei potuto fare bene, ho affrontato una run dopo l’altra con piglio e decisione. Il momento più decisivo è stato durante la semifinale, molto impegnativa, nella quale Raffaella Brutto ha fatto fuori Samkova e questo mi ha favorito molto in ottica classifica generale. In finale non ho guardato in faccia a nessuno, partire davanti era fondamentale perchè le curve erano difficili, chi poteva scegliere le proprie linee era avvantaggiato, sono contenta di come ho surfato sia fisicamente che tecnicamente. Adesso cercherò di difendere questo pettorale da qui alla fine della stagione, a cominciare dalla prossima tappa in Georgia”. (fisi.org)

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport