Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Pomezia, sorpreso a spacciare hashish sotto casa: arrestato pusher

I Carabinieri di Pomezia hanno notato il giovane su via Catullo mentre si avvicinava a un'auto per consegnare la droga

Pomezia – I Carabinieri della Compagnia di Pomezia hanno arrestato un 33enne originario di Albano Laziale con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel corso di uno dei quotidiani servizi serali di controllo del territorio per la prevenzione dei reati nel centro abitato di Pomezia, i militari dell’Aliquota Radiomobile, coordinati dal Capitano Marcello Pezzi, transitando in via Catullo, hanno notato due persone sedute in auto nei pressi di un condominio.

Di lì a poco, i Carabinieri si sono accorti che un giovane, uscito da un palazzo e avvicinatosi rapidamente alla vettura sospetta, ha consegnato ai due soggetti un involucro.

Subito è scattato l’intervento dei Carabinieri, che hanno fermato i tre individui, rinvenendo nelle tasche del 33enne cinque dosi di hashish, parte delle quali nascoste negli indumenti intimi.

La perquisizione scattata anche nella sua abitazione, distante pochi metri, ha consentito ai militari di trovare, nascosti in camera da letto, altri due involucri di hashish, 130 grammi di marjiuana, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento. Dopo l’arresto, il pusher è stato posto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Pomezia
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Pomezia