Seguici su

Cerca nel sito

“Giornata nazionale Sport vs Bullismo”: sportivi e federazioni insieme ai ragazzi di “Mabasta”

L'evento, organizzato insieme insieme alla Fondazione Vento, si terrà il 22 febbraio e sarà tutto online con post, immagini e video pubblicati sul web e sui social

Infanzia e Adolescenza – Febbraio è un mese denso di eventi e di attenzione nei confronti dei delicati temi del bullismo, del cyberbullismo e della sicurezza sul web. Innanzitutto il 7 febbraio c’è stata la “Giornata nazionale contro il bullismo ed il cyberbullismo”, il 9 febbraio è stata celebrata l’edizione 2021 del “SID – Safer Internet Day“, è il “Mese per la Sicurezza in rete” e, infine, il 7 febbraio c’è stato anche il 5° anniversario di “Mabasta”, che ricordiamo avere la mission chiaramente espressa nel suo acronimo: Movimento Anti Bullismo Animato da Studenti Adolescenti.

Per aderire ai vari eventi e allineandosi all’ultimo loro progetto di successo “1000 a 0 – Sport Vince Bullismo Perde“, i ragazzi di “Mabasta” hanno deciso di dare vita alla prima “Giornata Nazionale Sport vs Bullismo”, un giorno in cui tutto il mondo dello Sport si unirà come fosse un’unica grande squadra e farà sentire la propria voce nell’affermare che lo Sport si schiera sempre e comunque contro ogni forma di bullismo e cyberbullismo fra giovani. Fondazione Vento e Sbullit Action condividono il progetto e lo replicano attraverso un contest nella App Sbulli Action.

La “Giornata Nazionale Sport vs Bullismo” sarà celebrata lunedì 22 febbraio e, data la particolare situazione esistente a causa del Covid, si realizzerà totalmente in rete, sui social network e sul web, ma anche sulla App Sbullit Action. Campioni, giocatori, sportivi, federazioni, squadre, ma anche semplici cittadini, giovani e non, pubblicheranno post, immagini e video col chiaro intento di far passare il messaggio che Sport batte Bullismo 1000 a 0.

Per partecipare al Contest sull’App Sbullit Action

Gli utenti:

1) devono scaricare la App “sbullit action” dal proprio store di riferimento (app store o google play store);
2) devono registrarsi ed effettuare l’accesso:
3) cliccare su contest;
4) cliccare su modalità facile;
5) selezionare il tema “Lo sport batte il bullismo 1000 a 0”;
6) caricare il proprio contenuto inserendo il titolo , post ed eventuale caricamento di contenuti video, immagino o audio).

Gli hashtag del caso saranno #SportvsBullismo#1000a0#mabasta#Sbullitaction

I ragazzi di “Mabasta”, capitanati dal team leader Mirko Cazzato, hanno realizzato e pubblicato un’apposita pagina sul web dedicata alla Giornata (www.1000a0.org/sport_vs_bullismo) su cui, oltre alla presentazione, sono riportati i tanti “compagni di squadra” al loro fianco, come il Comitato Italiano Paralimpico, Sport e Salute (Coni), 31 Federazioni nazionali, la Lega Calcio Serie B, la Lega Volley Serie A e tante squadre e team. I ragazzi di Sbullit Action saranno capitanati dal team leader Giulio Mancino, che ha pubblicato un’apposito contest nella App Sbullit Action e anche condiviso la pagina web di MaBasta dedicata alla Giornata.

“Siamo elettrizzati – commenta Mirko – il modo in cui il grande mondo dello Sport italiano ha dimostrato vicinanza e collaborazione al nostro progetto ci ha letteralmente scioccati e, allo stesso tempo, caricati con un’energia incredibile. Vedere tanti Presidenti di Comitati e Federazioni Nazionali che scrivono, si complimentano e dichiarano sostegno a dei “ragazzini” come noi, ci fanno pensare che c’è davvero del buono nel mondo e che anche per noi giovani c’è la speranza di essere ascoltati e di contribuire, nel nostro piccolo, a creare cambiamento e innovazione. Ci stiamo augurando che siano in tanti ad aderire alla Giornata, anche semplici ragazze e ragazzi come noi che fanno sentire la loro voce e vicinanza al tema”.

Il Movimento “Mabasta”

Il Movimento Anti Bullismo Animato da STudenti Adolescenti “Mabasta” è nato nel 2016 ad opera di quattordici studenti di primo superiore (14 anni) dell’Istituto “Galilei-Costa” di Lecce. È stato il primo movimento che si è occupato di lottare “dal basso”, da parte degli studenti stessi, contro ogni forma di bullismo e cyberbullismo tra giovani. In questi cinque anni, oltre ad una forte attenzione da parte dei media nazionali (Tg, quotidiani, radio, Striscia, Sanremo) e di grandi autorità (Papa Francesco, Presidente Mattarella, Presidente Boldrini, vari Ministri), i ragazzi hanno incontrato e interagito con migliaia di studenti in ogni regione e, grazie a questa interazione, hanno potuto ideare l’originale “Modello Mabasta”, un innovativo protocollo di 6 azioni che ogni classe e scuola d’Italia può liberamente e gratuitamente adottare per prevenire e contrastare il bullismo ed il cyberbullismo. Nel 2020 i ragazzi, capitanati dal team leader Mirko Cazzato (19 anni), hanno ideato il progetto “1000 a 0 – Sport Vince Bullismo Perde” che mira a portare il Modello Mabasta nelle classi del Paese attraverso l’aiuto dei “TipiTosti” (giovani dai 6 ai 18 anni che praticano un qualsiasi sport). Ad oggi il progetto ha ottenuto il patrocinio di Sport e Salute (Coni), Comitato Italiano Paralimpico, 33 Federazioni e Leghe sportive Nazionali e numerose squadre e team in ogni regione italiana.

Fondazione Vento e la App Sbullit Action

Fondazione Vento nasce nel 2015 dalla volontà del suo Presidente Mario Zamboni (da poco deceduto) di realizzare nel migliore dei modi “Sbullit Action”, un progetto ideato e pensato insieme all’amico Lucio Dalla. La volontà era di creare un nuovo ambiente che rappresentasse un laboratorio di idee costruttive e utili, un luogo “diverso” studiato appositamente per essere un punto di incontro dove le persone, soprattutto i giovani e le vittime di bullismo e cyberbullismo, avessero modo di reintegrarsi e risollevarsi dalle esperienze negative vissute, esprimendo ed evidenziando il loro disagio utilizzando svariate forme creative. Sbullit Action si concretizza in una App: un gioco a quiz accattivante e di facile utilizzo da parte di tutti che ha come obiettivo quello di sensibilizzare i ragazzi ad un uso corretto, utile e alternativo dello smartphone, veicolando anche tematiche connes­se all’educazione civica. Obiettivo principale della App è quello di dare ai singoli ragazzi iscritti all’App informazioni e approfondimenti tramite il gioco, ma anche di creare dei coinvolgimenti reali tramite la formazione di squadre. Tutte le attività proposte nell’App potranno poi essere condivise come esperienza nei social creando così un gruppo che si confronta in una competizione positiva. Il concetto di aggregazione e di confronto è la parte fondamentale di Sbullit Action che vuole supportare, prevenire e curare tutte le difficoltà che incontrano i ragazzi nell’età adolescenziale. La App offre anche la possibilità ai ragazzi di entrare in una pagina “contatti di aiuto” nella quale sono inseriti i numeri telefonici da chiamare per segnalare abusi o violenza psicologica.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Infanzia e Adolescenza