Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Tamberi mette la quinta verso gli Europei: “Dal 2,35 so di valere misure più alte”

L’atleta azzurro si proietta verso la competizione al coperto. In pedana sfiderà i migliori

Ancona – E’ in forma Gimbo. Carichissimo dopo il salto di 2,35 fatto agli Assoluti Indoor. Il 4 marzo inizieranno gli Europei di Torun e il campione continentale in carica, al coperto, sa che ci saranno i migliori da battere.

La misura raggiunta ieri pomeriggio ad Ancona, mette le molle sotto i piedi dell’atleta azzurro. Gianmarco Tamberi vuole il meglio e anche il primo gradino del podio. E’ l’anno olimpico questo e Tokyo si staglia dinanzi ai suoi occhi, finalmente. Un calvario arrivare per lui alle Olimpiadi, ma poi alla fine è riuscito a staccare  il pass a Cinque Cerchi, dopo comunque essersi piazzato in modo eccellente in classifica mondiale.

Tamberi ha parlato ai microfoni di Raisport descrivendo la gara che gli ha anche regalato il titolo italiano al coperto: “Dopo il 2,35 so di valere misure più alte”. Ha  tentato per  tre volte 2,38 senza riuscire. Il massimo primato mai conquistato è quello di 2,39 all’aperto, saltati prima dell’infortunio al piede, che gli ha precluso la partecipazione a Rio 2016.

La storia oggi è cambiata e lui è motivato per andare  ancora più su: “Più si alza l’asticella e più vuoi di più”. Lo ha detto a Raisport, convinto che agli Europei di Torun la gara del salto in alto vale come una finale olimpica. Ci saranno i migliori in Europa. Protsenko l’ucraino che ha saltato 2,34 e il bielorusso Nedasekau, che ha in palmares la stessa misura. Gimbo è a un centimetro più su e questo rafforza fiducia e potenzialità: “Sono contento di aver saltato bene, fa la differenza fare un centimetro più su, ogni volta”.

Sarà uno spettacolo a Torun. Tamberi è pronto.

(foto@Colombo/Fidal)

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport