Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Da Formia all’Italia intera: Kevin Pimpinella racconta la nascita di “Studenti per Draghi”

Oltre 400 adesioni da tutt'Italia per "Studenti per Draghi". Pimpinella: "Siamo giovani che stimano Draghi dai tempi del whatever it takes"

Più informazioni su

Formia – Da Formia all’Italia intera, sotto il segno di Mario Draghi. E’ la storia del movimento apartitico, nato lo scorso 3 febbraio, con il nome di “Studenti per Draghi” e che, in poco tempo, ha raggiunto oltre 400 adesioni, sparse per tutto il Bel Paese.

La genesi di questo progetto

Ma come è nata quest’idea? A raccontarci la genesi del progetto è Kevin Pimpinella, classe “98, co-fondatore del movimento insieme alla sua collega d’università Chiara Di Giacinto. “Mi sono laureato a luglio in economia e management alla Luiss ed ora sono uno studente di amministrazione finanza e controllo sempre alla Luiss. Ed è proprio qui che è nata l’idea: tra i banchi dell’università.

Vogliamo mettere a fattor comune tutte le nostre energie. Perché, mai come ora è importante fare delle scelte, proporre delle idee e cercare di cambiare. È giunto il momento di offrire una speranza, di avanzare proposte cariche di una visione e di un orizzonte. E per questo, abbiamo voluto che il nostro movimento giovanile fosse al di là degli schieramenti e delle appartenenze politiche, affinché si potessero mettere assieme le idee di tutti quelli che credono in un futuro diverso.”

Draghi e il punto di svolta per i giovani

A questo punto, una domanda sorge spontanea: cosa rappresenta Mario Draghi per Kevin Pimpinella, al punto tale da spingerlo a co-fondare un movimento in suo onore?

“Draghi- spiega Pimpinella – rappresenta la reale svolta per il nostro grande paese. Crediamo fortemente che grazie al suo altissimo contributo, si possa oggi cambiare il presente e progettare il futuro.

E credo che, pur provenendo da storie diametralmente opposte, questa squadra di governo e questi ministri sapranno trovare il modo per collaborare. Da parte nostra, ci sarà sempre apertura al confronto e sviluppo di proposte concrete per l’Italia! Infine, non solo credo il Paese abbia bisogno di un programma sul quale basare il proprio futuro, ma che abbia anche la necessità di una personalità (come quella di Draghi) capace di garantire lo svolgimento del programma stesso.”

Oltre 400 adesioni da tutta Italia

Un’altra domanda che appare lecita è se sia vero che, in così poco tempo, il movimento studentesco nato dall’idea di un giovane formiano abbia già convinto numerosi universitari provenienti da tutta Italia.

“Tutto vero – spiega Pimpinella -. Siamo nati da pochissimo, ma già siamo oltre 400 ragazzi dai 18 ai 25 anni, da Trieste a Catania! Siamo in maggioranza studenti di economia e giurisprudenza, ragazzi che studiamo le politiche monetarie, e anche la famosa iniezione di liquidità fatta dal presidente Draghi.

Siamo giovani che stimano il presidente Draghi dai tempi del “whatever it takes”, una frase che ha rivoluzionato l’orientamento della politica monetaria della Bce, con un impegno incondizionato di sostegno all’euro.

Come se tutto ciò non bastasse – sottolinea Pimpinella – Draghi ha sempre messo al centro noi giovani in ogni suo intervento e ora vogliamo fargli sapere di essere dalla sua parte. Noi siamo il futuro, ma vogliamo incidere sul presente.”

Pimpinella: “Vogliamo contribuire al nostro futuro”

Un movimento giovane e fatto di giovani cosa prevede nel suo immediato futuro? “Al momento, stiamo lavorando per farci conoscere, per sviluppare il movimento in ogni realtà territoriale. Nei prossimi giorni, inizieremo a strutturare il movimento con coordinatori nei vari dipartimenti per essere vicini alle esigenze dei territori.

Vorremo dare voce – conclude Pimpinella – a tanti ragazzi che vogliono mettersi in gioco, che vogliono fare azione e che vogliono contribuire ad un futuro che ci appartiene.”

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Formia

Più informazioni su