Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Caserma dell’Infernetto, i cittadini: “Sia al servizio della comunità e non della speculazione edilizia”

Il Comitato di Quartiere Infernetto sottolinea come, in un comunicato, la società di gestione abbia parlato di "destinazioni d'uso residenziale" per l'area

Ostia – Scuola, palestra, centro commerciale, presidio medico o altro ancora: il destino della caserma “Generale Angelo Dus” della Guardia di Finanza di via Croviana 120, all’Infernetto, non cessa di destare la curiosità dei residenti del quartiere (leggi qui).

A questa, però, va ad aggiungersi una certa preoccupazione: preoccupazione per ciò che potrebbe accadere alla struttura se restasse inutilizzata – poiché rischierebbe di diventare terra di nessuno -, e preoccupazione per l’eventualità che si trasformi in un caso di speculazione edilizia.

Sebbene, infatti, la Savills Investment Management Sgr – la società di gestione del fondo immobiliare proprietario della struttura di via Croviana – abbia lanciato una campagna mediatica che ha l’obiettivo dichiarato “di ascoltare i bisogni degli abitanti del quartiere, al fine cambiare l’Infernetto con un progetto di una realtà internazionale che ha la forza e la voglia di valorizzare la zona e di cambiarla in meglio”, alcuni dei suoi abitanti temono che l’epilogo possa essere diverso da quello sperato.

A dar voce alle inquietudini dei cittadini è il Comitato di Quartiere Infernetto, che sottolinea come, in un comunicato risalente a gennaio scorso, la società parlasse di “destinazioni d’uso residenziale” (leggi qui).

“Sul Piano regolatore generale – spiegano dal comitato – l’area su cui sorge l’immobile di via Croviana 120 ha la destinazione d’uso ‘Servizi privati’, il che esclude la realizzazione di abitazioni ad uso residenziale, a meno di non far approvare al Piano regolatore vigente”.

Non si tratterebbe, in realtà, della prima volta: già negli anni novanta, infatti, l’allora proprietario dell’area, dopo aver ottenuto l’autorizzazione per la realizzazione di un enorme centro per anziani, tentò di ottenere una variante di destinazione d’uso per trasformare il complesso in abitazioni ad uso residenziale. Ma l’operazione, racconta il comitato, non andò a buon fine: “Qualcuno – chiedono – ricorda lo scandalo Italsanità? Ebbene, anche la struttura di via Croviana vi fu coinvolta”.

L’immobile che ospiterà la Guardia di Finanza fino al 2022, dunque, non sarebbe nuovo a dinamiche di questo tipo. Per questo, il Comitato di Quartiere Infernetto teme che la storia possa ripetersi, e chiede rassicurazioni alla società di gestione sul futuro dell’attuale caserma.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ostia X Municipio
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Ostia X Municipio