Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Sanità, Marcelli (M5S): “Istituire uno psico-oncologo a sostegno dei pazienti con cancro”

Il Consigliere regionale: "Presentata in Commissione Sanità la Proposta di Legge sull'Istituzione del servizio psico-oncologico nella rete oncologica regionale"

Più informazioni su

Regione Lazio – “Introdurre nelle strutture ospedaliere la figura dello psico-oncologo significa dare un supporto fondamentale ai pazienti, ai familiari e agli stessi operatori sanitari che quotidianamente affrontano i problemi legati alle patologie neoplastiche. Regolamentare con una legge ad hoc l’istituzione di questa figura vuol dire dare il giusto valore alla dimensione psicologico-sociale che una malattia come il cancro investe in maniera devastante”. Così Loreto Marcelli, consigliere M5S alla Regione Lazio e vicepresidente della Commissione Sanità a margine della Commissione regionale in cui è stata incardinata la Proposta di Legge a sua prima firma, sull’Istituzione del servizio psico-oncologico nella rete oncologica regionale.

“Obiettivo della Legge – ha affermato Marcelli – è quello di far entrare nelle equipes di oncologia delle strutture ospedaliere, la figura dello psico-oncologo, affinché esso possa collaborare, in sinergia con i medici, alla cura del paziente, dando un supporto psicologico anche ai familiari. Qualunque sia la diagnosi, la prognosi e la risposta alle terapie, non esistono tumori di scarsa rilevanza. Il cancro rappresenta sempre, per il paziente e per la famiglia, ma anche per i terapeuti, una prova esistenziale sconvolgente che esige un’attenzione particolare anche dal punto di vista psicologico, sia durante il percorso terapeutico che per scongiurare il rischio che possibili ripercussioni di natura psico-sociale, possano condizionare il resto della vita. Uno specialista che sappia intervenire con la giusta metodologia rappresenta un elemento costitutivo del trattamento della persona affetta da tumore”.

“Se il cancro rappresenta – conclude il consigliere M5S – sempre una sfida nell’ambito delle patologie mediche, un’ulteriore sfida è quella di riuscire a sostenere psicologicamente chi sta affrontando quello che rappresenta un vero e proprio calvario, fisico e interiore”.
Il Faro online – Clicca qui per leggere le notizie della Regione Lazio

Più informazioni su