Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Acilia, picchia l’ex moglie e la minaccia di morte con un fucile: arrestato 68enne

I Carabinieri hanno ricostruito l’intera vicenda accertando come il comportamento dell’uomo era talvolta giunto a rasentare la follia

Ostia – E’ finito agli arresti domiciliari un romano di 68 anni per aver minacciato, perseguitato e aggredito l’ex moglie. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, sin dal 2017 aveva posto in essere comportamenti violenti e vessatori nei confronti della propria ex moglie, tanto da portare la donna a vivere in uno stato di continuo terrore.

I Carabinieri, al termine di un’articolata attività investigativa, hanno infine ricostruito l’intera vicenda, accertando come il comportamento dell’uomo era talvolta giunto a rasentare la follia.

Il malfattore nel corso degli anni è infatti passato dagli insulti, alle minacce di morte fatte anche impugnando un fucile, culminando con un inseguimento automobilistico, al termine del quale dopo avere più volte tamponato il mezzo condotto dalla donna ed averla fatta scendere, l’esagitato l’aveva violentemente aggredita a calci e pugni, costringendola a recarsi presso il locale pronto soccorso.

Il magistrato, prendendo atto della ricostruzione dei fatti presentatagli dai militari, ha immediatamente disposto l’arresto dell’uomo che è stato ristretto presso la propria abitazione di Acilia.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ostia X Municipio
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Ostia X Municipio