Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Niente Stadio a Tor di Valle, il Wwf: “L’area venga ora riqualificata nel rispetto dei luoghi”

Maggini: "Tor di Valle deve godere di una riqualificazione che permetta ai cittadini di fruirne con le proprie famiglie, di riscoprire il fiume come vero protagonista di un bellissimo scorcio della Città"

Roma – “Il Progetto dello Stadio nell’ambito dell’iniziativa immobiliare relativa all’area di Tor Di Valle viene definitivamente abbandonato (leggi qui). Tanto rumore per nulla, alimentato dalle numerose vicende di cronaca che hanno contrassegnato l’iter della proposta e dai continui quanto inutili ripensamenti per cercare di giustificare un’ondata di cemento in un luogo che meriterebbe ben altre sorti”.

E’ quanto afferma Raniero Maggini, Presidente del Wwf Roma e Area Metropolitana, aggiungendo: “L’ansa di Tor di Valle presenta oggi fattori di degrado forse ignorati anche in attesa delle ruspe immaginate come risolutrici. Ma se i problemi dell’area che sono stati sbandierati sino a ieri – anche per sostenere gli interventi che ne avrebbero determinato lo stravolgimento – restano ancora tutti da risolvere, un’amministrazione consapevole e responsabile non può certamente ignorarli.

Tor di Valle deve godere di una riqualificazione che permetta ai cittadini di fruirne con le proprie famiglie, di riscoprire il fiume come vero protagonista di un bellissimo scorcio della Città. E proprio il confronto con la Comunità – dai singoli cittadini alle associazioni che si sono battute per difendere Tor di Valle – potrebbe essere un buon inizio”.