Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Tragedia ad Acilia, preso l’uomo che ha inseguito Riccardo

Il racconto della madre e degli amici si è rivelato fondato. L'uomo è un senzatetto che occupa la struttura abbandonata del Parco della Madonnetta

Ostia – Svolta nelle indagini sulla morte di Riccardo, deceduto venerdì scorso nel Parco della Madonnetta, ad Acilia (leggi qui).

Se all’inizio si credeva che il 16enne fosse stato colpito da un infarto mentre stava correndo per gioco insieme a due amici, in seguito alle scioccanti rivelazioni della madre di Riccardo (leggi qui), Daniela, le indagini hanno preso un’altra piega: la mamma ha raccontato, infatti, che il figlio non stesse correndo per gioco con gli amici, ma che “stava scappando da un uomo che lo inseguiva con un’accetta“.

Come spiegano gli agenti del X Distretto Lido a ilfaroonline.it, il racconto della madre e degli amici si è rivelato fondato e l’uomo che secondo quanto emerso avrebbe inseguito il 16enne e i suoi amici è stato preso.

Dopo aver riascoltato fino alla tarda notte di ieri, 2 marzo, la madre e gli amici di Riccardo, infatti, i poliziotti hanno identificato e denunciato in stato di libertà un uomo, un senzatetto che occupa la struttura abbandonata del Parco della Madonnetta. Sarebbe stato lui ad aver inseguito i ragazzi, spaventando a morte Riccardo.

Secondo gli investigatori, dunque, l’uomo, infastidito dalla presenza dei ragazzi, li avrebbe minacciati e inseguiti per diversi metri. Riccardo, quindi, sarebbe morto per un malore dovuto alla paura. L’uomo è stato denunciato per minacce aggravate e morte come conseguenza di altro reato.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ostia X Municipio
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Ostia X Municipio