Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Rilancio del Mof a Fondi, Venditti: “I vertici non hanno il polso della situazione”

L'esponente di Camminare Insieme interviene sulla Commissione Attività Produttive incentrata sulle sorti del Mercato ortofrutticolo

Fondi – “Si è conclusa con un nulla di fatto la Commissione Attività Produttive con al centro del dibattito il Mercato Ortofrutticolo di Fondi. Oltre ai membri della commissione stessa, al Presidente Gagliardi e all’assessore competente Stravato, sono intervenuti il Presidente del MOF Bernardino Quattrociocchi e l’Amministratore Delegato Enzo Addessi”.

E’ il gruppo consiliare di Fondi “Camminare Insieme”, nella persona di Salvatore Venditti, a fare un resoconto sull’incontro che si è svolto qualche giorno fa e che ha avuto a oggetto il Mof.

“Inutile negare che – sottolinea Venditti – c’era molta attenzione per questo incontro, poiché si pensava di uscire dall’Aula consiliare con una concreta visione dei problemi che attanagliano, da anni, il nostro Mercato Ortofrutticolo e con delle reali idee per rilanciarlo. E invece, nostro malgrado, si è parlato di ovvietà.

Si è detto che il MOF è un’eccellenza: siamo pienamente d’accordo su quanto sia importante e strategico il mercato per la città di Fondi; purtroppo, però, nessuno ci ha detto che questa eccellenza da anni sta regredendo.

Sono state annunciate svolte tecnologiche e non possiamo che essere favorevoli quando si parla di sviluppo e innovazione, purtroppo, però, nessuno si è assunto le responsabilità dei ritardi decennali che ci hanno fatto perdere passo con gli altri competitors italiani ed europei.

Tutti, all’unanimità, abbiamo elogiato gli operatori che giornalmente affrontano un mercato sempre più difficile; purtroppo, però, gli ‘ospiti’ pare abbiano dimenticato il motivo per il quale il brand MOF ha perso appeal, tanto che molti operatori hanno deciso di chiudere la serranda ed aprirne una all’esterno del Mercato Ortofrutticolo.

Abbiamo sentito elogiare Enzo Addessi che – sostiene Venditti – è Amministratore Delegato da circa trent’anni, perché è stato anche grazie a lui che si è raggiunto l’accordo con la Regione Lazio per la rateizzazione ventennale del debito. Purtroppo, però, hanno dimenticato di analizzare le responsabilità in relazione all’attuale situazione del MOF. Diciamoci la verità: in qualsiasi società che ha problemi da tanti anni, l’Amministratore Delegato è una delle figure che viene messa in discussione. Questo accade quasi ovunque, tranne che a Fondi.

Quando ho ringraziato la Regione Lazio – spiega ancora l’esponente del gruppo Camminare Insieme -, nella persona dell’Assessore Sartore – oggi sottosegretario all’economia nel Governo Draghi -, per lo sforzo profuso nella causa MOF, mi sono sentito dire che non era il caso di fare politica; purtroppo, però, qualcuno ha dimenticato che quello riportato dall’amministrazione regionale è un risultato oggettivo perché, senza il loro impegno, oggi il nostro amato mercato probabilmente sarebbe andato in fallimento. Dobbiamo constatare, purtroppo, che i vertici del MOF non hanno il reale polso della situazione. Da anni gli operatori sono in difficoltà ma, giovedì scorso, in commissione non ci hanno fornito delle reali soluzioni per questo problema”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fondi
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fondi