Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Cittadini e associazioni insieme per ripulire Torre Flavia dalla plastica

I volontari di Amici di Torre Flavia: "In seguito alle recenti mareggiate, molti materiali di vario tipo si erano riversati sulla spiaggia"

Più informazioni su

Ladispoli – “Un vero successo il ‘Plastic Blitz’ a Torre Flavia autorganizzato dai volontari del gruppo Amici di Torre Flavia, in collaborazione con i volontari delle associazioni Lipu, Comitato Rifiuti Zero Ladispoli, Un’Oasi di Arte, Marevivo, Salviamo il paesaggio litorale Roma Nord, Scuolambiente comprensorio Roma Nord”. Così, in una nota, i volontari di Amici di Torre Flavia.

“In seguito alle recenti mareggiate, dovute al maltempo, molti materiali di vario tipo si erano riversati sulla spiaggia prospiciente il monumento naturale di Torre Flavia, e, in vista del periodo della cova sia del corriere piccolo sia del fratino, si è resa necessaria ed indispensabile questa azione di pulizia, opportunamente programmata dai volontari che durante tutto l’anno curano l’area”, spiegano.

“Purtroppo, sono stati raccolti molti rifiuti ingombranti, non solo di plastica, ma anche plastiche con organismi marini incrostanti, che presto saranno strumento di studio da parte di studenti universitari. Una grande partecipazione, dicevamo, da parte di cittadini, ma anche di giovani, come ad esempio una rappresentanza della classe 3C della scuola secondaria I.C. Giovanni Cena di Cerveteri, accompagnati dalle docenti Giulia De Santis e Valeria Venturelli, che ringraziamo”.

Un plauso speciale ai ragazzi del Forum Giovani Scuolambiente, alcuni di fuori comune, che hanno aderito con entusiasmo. Infine, preziosa la presenza dei piccoli ambientalisti: Marco, Alessandro, Diego e Flavio, che rappresentano il futuro per il nostro pianeta! Grazie a Giuseppe Gionta col suo trattore, tutto il materiale raccolto è stato possibile depositarlo in un unico punto raccolta all’entrata nord di Campodimare Cerveteri dove la Camassambiente del Comune di Cerveteri avrebbe effettuato il pronto ritiro”.

“Ringraziamo lo stabilimento Ezio per il sostegno dato all’accoglienza dei partecipanti in area nord , unitamente alle associazioni che hanno collaborato: Teo’s Fishing Shop di Alessandro Teodori, che ha fornito magliette gadget e Supfit di Roberta Mariani, che ha partecipato alla pulizia con i suoi atleti. Torre Flavia è la prima area protetta gestita dai bambini, con i progetti nelle scuole e laboratori sul campo, ed è per questo motivo che noi adulti la dobbiamo difendere e valorizzare, per lasciarla nel miglior modo possibile alle future generazioni.
Grazie di cuore a tutti gli intervenuti!”, concludono.

(Il Faro online)

Più informazioni su