Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Sabaudia, la maggioranza: “Dalle opposizioni critiche sterili, il nostro operato è evidente”

La coalizione che guida la città annuncia che il resoconto effettivo di tutte le attività svolte sarà presentato a tempo debito

Più informazioni su

Sabaudia – La maggioranza di Sabaudia traccia un bilancio del lavoro svolto.
“Ancora una volta si scrive, guarda caso, non appena viene data una notizia positiva per la città di Sabaudia. Del resto, il modus operandi di alcuni consiglieri di opposizione è tipico della vecchia politica, di quella classe politica che si candida non per cambiare o migliorare la città ma per cambiare se stessi.

Continuano a muovere sterili critiche unicamente perché questa Amministrazione non si è fermata un attimo durante questi 4 anni e gli effetti si iniziano a vedere. Non c’era una programmazione quando siamo arrivati e da allora sono stati presentati svariati progetti che ora si stanno portando a termine”.

Ma la coalizione che guida la cittadina fornisce un resoconto dettagliato del lavoro svolto analizzando i risultati ottenuti in vari settori: Scuola, Ponte Giovanni XXIII, passeggiata ciclo-pedonale, lungomare, cento e belvedere:

SCUOLE

“Quando siamo entrati erano fatiscenti, con impianti elettrici obsoleti e non a norma: le stiamo rimettendo a nuovo. Qualche d’uno ricorda come era l’asilo nido “La Tana degli Orsetti”? Qualcuno ricorda come erano gli infissi di alcuni plessi? Qualcuno ricorda quanto erano mal ridotte le strutture? Le scuole sono state da sempre e sono tuttora al centro di una progettazione mirata. Lo avevamo annunziato in campagna elettorale e in questi 4 anni di mandato lo abbiamo dimostrato con i fatti: pensiamo ai lavori di ampliamento della Primaria di Borgo San Donato, a completamento di un progetto rimasto per decenni incompiuto, e agli interventi destinati all’efficientamento energetico dei plessi di Mezzomonte e Borgo Vodice e al rifacimento della palestra di Borgo Vodice, tanto per citarne alcuni. Senza dimenticare l’intervento di impermeabilizzazione in corso di affidamento per le scuole di Borgo Vodice e San Donato.

Sono i fatti a parlare e pure i numeri: finora questa Amministrazione ha investito circa 2milioni e 200mila euro per i lavori di manutenzione straordinaria delle scuole, di questi circa il 60 per cento sono finanziamenti pervenuti dagli enti sovraordinati, ottenuti mediante una attenta e puntuale progettazione in sinergia con gli Uffici comunali. Senza dimenticare i circa 2milioni 400mila euro per gli interventi di rinnovamento, di cui sono stati approvati i progetti di fattibilità, per il rinnovamento delle scuole elementari di Borgo Vodice e San Donato, della scuola media del centro città e dell’asilo di Borgo San Donato. A questi si aggiungono gli oltre 80mila euro per la manutenzione ordinaria, per un totale investito nelle scuole da questa Amministrazione pari a oltre 4milione 600mila euro”.

PONTE GIOVANNI XXIII

“Vogliamo parlare del Ponte Giovanni XXIII? Anche qui, grazie a questa Amministrazione non si parla più della pericolosità dell’infrastruttura che, dopo anni di incuria, è stata oggetto di interventi di manutenzione straordinaria per oltre 550mila euro. Dopo aver millantato e creduto a personaggi locali che dicevano di aver smosso i ministri, nulla è stato fatto prima che ci insediassimo noi”.

PASSEGGIATA CICLO-PEDONALE E LUNGOMARE

“Ricordiamo quando si parlava della pista pedonale sul lungomare che era sempre da manutenere? Sono 3 anni che è stata fatta e nessuno ne parla più, semplicemente perché non necessita più di manutenzione. La capacità di fare sistema con gli altri Enti ha permesso inoltre di avviarci verso un obiettivo tanto ambizioso come quello delle Ciclovie del Mare, puntando su una mobilità alternativa ed ecosostenibile. Senza dimenticare la realizzazione delle tre passerelle accessibili anche a persone con disabilità, due delle quali interamente realizzate ex novo. Beach break, mai manutenuto. Ora verrà messo a bando perché, è bene ribadirlo a tutti, noi siamo per il rispetto delle procedure: verrà messo a bando come altre strutture di pertinenza comunale”.

CENTRO E BELVEDERE

L’elenco degli interventi effettuati lungo le strade e i marciapiedi del Centro di Sabaudia e non solo è nutrito. Appare strano che taluni personaggi non se ne siano accorti. Probabilmente erano al Belvedere a chiedere di sistemare un pontile che è di proprietà privata o in città a chiedere di rimuovere graffiti su immobili che sono di privati.

Oppure erano immersi ad osteggiare in tutti i modi la Coppa del mondo di Canottaggio facendo finta di non comprendere l’enorme potenzialità che un simile evento può avere per la nostra comunità, non riuscendo nemmeno a comprendere un articolo di giornale o un’intervista. Perché se avessero letto attentamente le dichiarazioni della Federazione Italiana di Canottaggio e della Nazionale, avrebbe capito che se c’è affollamento vuol dire che c’è gente che vuole fare sport sul lago con le dovute autorizzazioni e rispettando le regole, e se c’è gente, vuol dire che ci sono turisti che vengono a Sabaudia nel periodo invernale. Elementi, questi ultimi, che dovrebbero essere sufficienti per capire cosa vuole dire destagionalizzare e gli effetti di tale azione sul nostro territorio. Ma sappiamo benissimo che per comprendere è necessario avere una visione globale della città, delle sue inclinazioni e delle sue potenzialità ma prima ancora bisogna avere la volontà di prodigarsi nell’interesse della collettività. E non tutti ce l’hanno”.

Sono anche altre le attività svolte dall’attuale amministrazione e i risultati conseguiti ma “l’elenco di tutto quello che è stato fatto e si sta facendo lo faremo ai cittadini a tempo debito e saranno loro a giudicare l’operato di questa Amministrazione, che di certo non è esente da errori e ritardi, che ha sempre e solo operato nel rispetto della norma e delle procedure e soprattutto nel solo interesse della collettività.

Capiamo la difficoltà di chi, dinanzi ai fatti, non può far altro che criticare (mistificando la realtà e creando polemiche e polveroni sul nulla) l’operato di chi sta facendo per Sabaudia, a volte anche con scelte che possono sembrare impopolari ma che si sono rese necessarie per recuperare il tempo perso in passato, per scardinare quell’incuria, anche amministrativa, ereditata da una classe politica che per decenni ha pensato ad altro”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sabaudia
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sabaudia

Più informazioni su