Seguici su

Cerca nel sito

E’ ufficiale, il Lazio diventa zona rossa

Zona rossa per il Lazio, con un valore Rt a 1.3 e un tasso di incidenza a 173 per 100 mila abitanti.

Roma – ”Nel Lazio i comportamenti responsabili saranno veramente importanti perché anche la nostra Regione sarà chiamata a rispettare giustamente le regole della zona rossa. Quindi sarà ancora dura ma sono sicuro che ce la faremo”. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti in occasione della visita del premier Mario Draghi nell’hub vaccinale di Fiumicino.

”Il Lazio – ha ricordato – è un regione dove si produrranno vaccini, in almeno tre siti industriali e abbiamo voluto anche per questo valorizzare la ricerca scientifica italiana. Abbiamo finanziato con l’istituto Spallanzani sia il vaccino italiano che con l’università di Tor Vergata le cure monoclonali”.

Zona rossa per il Lazio quindi, con un valore Rt a 1.3 e un tasso di incidenza a 173 per 100 mila abitanti.

Registrato un aumento del numero dei focolai di trasmissione, da 233 a 322, mentre il tasso di occupazione dei posti letto delle terapie intensive è parti al 28% e il tasso di occupazione dei posti letto di area medica a 32%. E così da lunedì le scuole saranno chiuse, come anche i negozi (esclusi quelli che vendono generi alimentari e di prima necessità), parrucchieri, estetisti e ristoranti (consentito l’asporto e la consegna a domicilio). Limitazioni anche per quanto riguarda gli spostamenti.

Nelle ultime 24 ore nel Lazio, su un totale di oltre 38 mila test, si registrano 1.757 positivi (-43 rispetto a ieri), 24 decessi (+8) e +757 guariti. I casi a Roma città sono a quota 800. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 11%, ma se si considerano anche gli antigenici la percentuale scende al 4%. (fonte Adnkronos)

Il bollettino del 12 marzo

“Oggi su oltre 14 mila tamponi nel Lazio (-2.009) e oltre 23 mila antigenici per un totale oltre di 38 mila test, si registrano 1.757 casi positivi (-43), 24 i decessi (+8) e +757 i guariti. Diminuiscono i casi, mentre aumentano i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 11%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 4%. I casi a Roma città sono a quota 800. Il valore RT a 1.3 e incidenza a 173 per 100 mila abitanti, tasso di occupazione dei posti letto delle terapie intensive a 28% e tasso di occupazione dei posti letto di area medica a 32%. Aumento del numero dei focolai di trasmissione da 233 a 322″, “commenta l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Nella Asl Roma 1 sono 402 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Quindici casi sono ricoveri. Si registrano sei decessi con patologie.

Nella Asl Roma 2 sono 338 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Sono centosette i casi su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano otto decessi con patologie.

Nella Asl Roma 3 sono 144 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Un caso sei casi sono ricoveri. Si registra un decesso con patologie.

Nella Asl Roma 4 sono 89 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto.

Nella Asl Roma 5 sono 183 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi con patologie.

Nella Asl Roma 6 sono 136 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto.

Nelle province si registrano 465 casi e sono sette i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono 55 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi di 74 e 86 anni con patologie.

Nella Asl di Frosinone si registrano 275 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano due decessi di 69 e 87 anni con patologie.

Nella Asl di Viterbo si registrano 89 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 87 anni con patologie.

Nella Asl di Rieti si registrano 46 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi di 67 e 85 anni con patologie.