Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Raddoppio dell’aeroporto di Fiumicino, per il Tar è “inammissibile”

L'annuncio del sindaco Montino: "La sentenza del Tar del Lazio dichiara inammissibili le richieste avanzate da Enac e Adr"

Fiumicino – “È stata notificata oggi al Comune di Fiumicino la sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio contro il ricorso avanzato da Adr ed Enac sulla nuova riperimetrazione della Riserva, che rafforzava il vincolo sull’area dove doveva sorgere la quarta pista”. Ad annunciarlo è il sindaco di Fiumicino Esterino Montino.

“Già ad ottobre del 2019 – spiega – la Via, la Valutazione di Impatto Ambientale, del Ministero dell’Ambiente aveva espresso parere negativo alla compatibilità ambientale del Progetto Aeroporto di Fiumicino Master Plan al 2030′ proposto da Enac. La sentenza del Tar del Lazio dichiara inammissibili le richieste avanzate da Enac e Adr”.

“Nel documento – conclude Montino – si legge, tra le altre cose, che “[…]L’incidenza del progetto su aree integralmente inserite nel perimetro originario della Riserva costituisce elemento di fatto che non risulta superato dalle deduzioni e allegazioni né di Adr né di Enac, con l’ulteriore rilievo che neppure consta ovvero sono state fornite evidenze a comprova della circostanza che tutte le aree interessate dal progetto siano incluse tra quelle di tipo 2 per le quali in virtù dei vincoli originari sono consentite trasformazioni e urbanizzazioni […]”.

Comitato Fuoripista: “Una sentenza storica”

“E’ di ieri, 12 marzo 2021, la notifica della sentenza dei giudici amministrativi del Lazio che condanna AdR ed Enac al pagamento delle spese legali e al risarcimento delle Associazioni FuoriPista, Proloco Fregene-Maccarese e Comune di Fiumicino”. Così, in una nota, il Comitato Fuoripista.

“In sostanza, – prosegue la nota – a impedire la fuoriuscita dal sedime attuale non sarebbe, come sostengono AdR/Enac, l’ampliamento della Zona 1 (massima tutela) della Riserva decretato nel 2013, ma proprio l’esistenza stessa della Riserva, che peraltro – rilevano i giudici, non venne contestata al momento della sua istituzione. Per FuoriPista è motivo di particolare soddisfazione il riconoscimento che i Giudici hanno espresso della validità di tutte le censure prodotte nelle nostre memorie, osservazioni che solo noi siamo stati in grado di far emergere; tre le altre, quella dell’inappropriatezza del richiamo fatto da AdR ed Enac alla legge che consente i regimi tariffari in deroga e alla legge, abrogata, che assimilava il Raddoppio a un’opera strategica.

Infine, e ciò dovrebbe costituire una pietra tombale su questo come su future quarte piste, è significativo il richiamo del Tar a diverse sentenze della Corte Costituzionale, tra cui quella da noi segnalata ai nostri legali, che richiamando l’art. 9 della Costituzione, sanciscono la prevalenza costituzionale dei vincoli ambientali e paesaggistici su leggi, dpcm, norme e codicilli che di volta in volta vengono utilizzati per scavalcarli o ignorarli. Ringraziamo tutti i cittadini che hanno contribuito finanziariamente a sostenere le spese legali necessarie per partecipare ai procedimenti legali suddetti, oltre che lo studio legale che ci ha brillantemente e sapientemente rappresentato”.

Bonafoni-Petrillo: “Bene Tar sul raddoppio, ora un sito alternativo per i Low Cost”

“Il Tar dichiara inammissibili le richieste avanzate da Enac e Adr, bocciate non solo perché la quarta pista e mezza aerostazione avrebbero invaso la Riserva ma anche perché ritenuta non necessaria. Ricordiamo che questo pronunciamento arriva in una fase molto critica del trasporto aereo laziale, fase che la Regione Lazio sta seguendo con estrema attenzione”. Lo affermano in una nota la capogruppo in Consiglio Regionale della Lista Zingaretti Marta Bonafoni e il consigliere comunale di Fiumicino della Lista Zingaretti Angelo Petrillo, presidente e vicepresidente del Movimento Pop.

“Ci accodiamo al Comitato FuoriPista – concludono –  nel chiedere con forza l’inserimento nel nuovo Piano Nazionale degli Aeroporti, in fase di definizione, di un terzo aeroporto nel Lazio, a sostegno di quello di Fiumicino, dove trasferire i voli low cost. Pensiamo a lavorare per cercare un sito alternativo, per la salvaguardia primaria dell’hub di Fiumicino e i suoi lavoratori e lavoratrici”.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Aeroporto
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fiumicino