Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Italia in zona rossa e arancione: 6,9 milioni di studenti a lezione da casa

Un 'lockdown formativo' quasi totale, con una "scuola diffusa" nelle case di quasi 7 milioni di famiglie italiane

Roma – Dieci regioni e la provincia di Trento in zona rossa, il resto dell’Italia in zona arancione. E’ in vigore la nuova stretta anti-covid con regole e divieti per arginare la diffusione del coronavirus fino a Pasqua 2021. Il nuovo decreto varato dal governo prevede da oggi 15 marzo restrizioni e misure per spostamenti, scuola, seconde case, bar, ristoranti negozi, scuola, visite ai parenti e agli amici. Quasi 7 milioni di studenti, cioè 8 su 10, seguono le lezioni da casa.

Per la precisione sono 6,9 milioni gli studenti che seguiranno le lezioni da casa. Otto ragazzi su dieci (81%) degli 8,5 milioni di alunni iscritti nelle scuole statali e paritarie. Un ‘lockdown formativo’ quasi totale, con una “scuola diffusa” nelle case di quasi 7 milioni di famiglie italiane. Ma potrebbero essere ancora di più gli studenti costretti alla didattica a distanza, se i governatori regionali disporranno la sospensione delle attività in presenza dove vi siano più di 250 contagi settimanali ogni 100mila abitanti.

E’ quanto emerge dai dati aggiornati di Tuttoscuola che ha effettuato una mappatura del numero di studenti che conseguentemente dai prossimi giorni faranno lezione a scuola o da casa, sia per area geografica, sia per grado di scuola. I dati comprendono anche oltre un milione di bambini di scuola dell’infanzia esclusi dalle attività educative in presenza a scuola. Nel calcolo si è anche tenuto conto della chiusura totale delle scuole in alcuni comuni delle regioni (es. Sicilia, Toscana, Umbria) che sono in zona arancione. (fonte Adnkronos)