Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Festa della Donna, le Fiamme Gialle festeggiano Sofia Goggia e Larissa Iapichino

Dal 2001 la Guardia di Finanza si avvale dei successi femminili. Gli omaggi di tecnici e dirigenti per tutte le atlete che hanno vinto alle Olimpiadi

Roma – 20 anni di successi in chiave femminile per le Fiamme Gialle. Il primo arruolamento di una donna e di una campionessa dello sport ci fu nel lontano 2001. Apriva alle donne il mondo militare dello sport olimpico e fu un traguardo importante per l’Italia e per gli stessi colori gialloverdi.

La prima medaglia olimpica vinta da parte del team sportivo della Guardia  di Finanza fu quella di Lucia Morico ad Atene 2004 (leggi qui). Nel judo tricolore la campionessa gialloverde mise il bronzo al collo. E allora la scorsa Festa della Donna, sulla scia della vittoria della Morico, che ha fatto da precursore a tantissime altre grandi atlete che hanno conquistato allori leggendari a cinque cerchi e non solo, le Fiamme Gialle hanno ringraziato e applaudito le loro donne dello sport.

A Verona, presso la sede del Comando Provinciale ed alla presenza del Comandante Vittorio Francavilla, una delegazione del Gruppo Sciatori si è stretta intorno a Sofia Goggia che domani tornerà in pista in Coppa del Mondo, dopo il lungo stop dovuto all’infortunio al ginocchio destro (leggi qui), arrivato da una caduta a Garmisch il 31 gennaio. Dopo l’amara rinuncia ai Mondiali di Cortina, la discesista olimpica di Predazzo potrà riprendersi la sua rivincita personale. A festeggiarla a Verona è stata una promessa azzurra dello sci alpino. E giovane atleta delle Fiamme Gialle. Giovanni Franzoni che ha vinto al Mondiale Juniores  di sci un oro nel gigante e anche un argento nel supergigante (leggi qui), ha consegnato alla Goggia una penna con inciso il motto araldico della Guardia di Finanza ‘Nec Recisa Recedit’. Da sempre suo. Sofia lo ha adottato e lo ha portato con sé in questo difficile percorso di recupero.

Quasi contemporaneamente all’Aeroporto di Malpensa, una delegazione delle Fiamme Gialle dell’atletica, che peraltro festeggia quest’anno i cento anni di attività, ha accolto la squadra azzurra al rientro dai Campionati Europei di Torun, consegnando a Larissa Iapichino, Rebecca Borga ed Alessia Trost (che l’8 marzo ha festeggiato 28 anni), un omaggio floreale ed una lettera da parte di atleti, tecnici e dirigenti dei Gruppi Sportivi Fiamme Gialle.

Attraverso queste iniziative, la Guardia di Finanza ha voluto dire ‘grazie’ a tutte le atlete delle Fiamme Gialle in attività e non (tra cui le medaglie olimpiche Tania Cagnotto, Marta Capurso, Arianna Fontana, Sofia Goggia, Isolde Kostner, Lucia Morico, Giulia Quintavalle, Elisa Rigaudo, Martina Valcepina, Elena Viviani, Dorothea Wierer,) che in questo ventennio hanno arricchito l’attività non solo di tantissime medaglie e successi, ma anche di una straordinaria professionalità ed innata gentilezza.

Carissime Atlete di oggi e di ieri,

esattamente 20 anni fa, nell’ormai lontana primavera del 2001, la Guardia di Finanza arruolava le prime donne, e le Fiamme Gialle poterono inserire così nelle proprie fila le prime atlete. Fu un momento storico che era stato davvero molto atteso, e che, grazie a voi, si trasformò immediatamente in un vero e proprio salto in avanti, verso il futuro. Da allora sono state moltissime le campionesse che hanno vestito la maglia gialloverde, collezionando ogni anno successi, primati, medaglie che hanno lasciato e continuano a lasciare un segno indelebile nello sport italiano.

Oggi alcune di voi, conclusa la loro carriera, stanno onorando la Divisa da Finanziere in reparti del Corpo tra i più variegati, trasferendo nella propria attività di servizio tutte le preziose qualità che avete saputo mettere in campo nello sport. Molte altre sono ancora in attività e, nelle diverse discipline contribuiscono a tenere alto il nome delle Fiamme Gialle in Italia e nel mondo. Tutte, avete dato esempio, in questi anni, di straordinaria professionalità e dedizione, sapendo coniugare la più forte determinazione per raggiungere gli obiettivi alla capacità di emozionarvi ed emozionarci con il garbo che vi caratterizza. Per queste ragioni, oggi che la donna è festeggiata in tutto il mondo, le Fiamme Gialle vogliono manifestare la propria fierezza di avervi nelle proprie fila, facendo a ciascuna di voi gli auguri più affettuosi, e dicendovi ‘GRAZIE’ per come rappresentate ed incarnate i valori che hanno sempre contraddistinto la nostra storia centenaria.

Buona Festa della Donna a tutte voi!

Atleti, Tecnici e Dirigenti dei Gruppi Sportivi Fiamme Gialle”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport