Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Coronavirus, dall’Oms oltre 60mila dosi di vaccino per i palestinesi

I vaccini (Astrazeneca e Pfizer) sono stati subito inoltrati con l'assenso dell'esercito israeliano alle autorità sanitarie palestinesi di Ramallah

Tel Aviv – Una fornitura di oltre 60 mila dosi di vaccini contro il coronavirus a beneficio della popolazione palestinese è giunta oggi all’aeroporto di Tel Aviv. Secondo i media israeliani, i vaccini (Astrazeneca e Pfizer) sono stati subito inoltrati con l’assenso dell’esercito israeliano alle autorità sanitarie palestinesi di Ramallah. Ventimila dosi saranno utilizzate nella Striscia di Gaza. Si tratta, secondo i media, di una donazione della Organizzazione mondiale della sanità (Who), nel contesto del programma Covax.

Nel frattempo, continua la discesa dei nuovi casi di coronavirus in Israele dopo la campagna vaccinale di massa. Insieme a questi anche tutti gli altri indici della malattia, come i casi gravi e i decessi, sono in netto calo. Nelle ultime 24 ore le nuove infezioni sono state 1.472, con un tasso di positività del 2.1%: il più basso dal primo dicembre scorso. A gennaio si era arrivati a più del 10%. (fonte Ansa)