Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Latina, rapina e lesioni durante la festa patronale: “Daspo Willy” per un 26enne

Il Questore di Latina ha emesso nei confronti del 26enne il provvedimento di divieto di accesso in esercizi pubblici e in locali di pubblico intrattenimento

Più informazioni su

Latina – Seminò il panico durante la festa patronale di Cisterna nel 2019. Il 26enne era stato arrestato dai poliziotti del Commissariato di Cisterna di Latina nella flagranza del reato di rapina aggravata, lesioni aggravate, resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale e violazione alla disciplina sulle armi.

Nella circostanza, l’uomo si era reso responsabile di gravi disordini durante lo svolgimento della festa patronale, creando turbative sia all’interno che all’esterno di alcuni locali pubblici ed alla presenza di altri avventori, commesse anche con l’utilizzo di un coltello che aveva prelevato in una gelateria. Il medesimo, nell’occorso, aggrediva anche con calci e pugni il personale di Polizia intervenuto sul luogo dei fatti, provocando loro lesioni personali prima di venire tratto in arresto.

Il Questore di Latina, a seguito di tali fatti, applicando la recente normativa (D.L. n. 130/2020), ha emesso nei confronti del 26enne, responsabile dei gravi episodi il provvedimento di divieto di accesso, per la durata di un anno, e lo stazionamento ai locali pubblici o aperti al pubblico destinati alla somministrazione di alimenti e/o bevande quali pub, taverne, bar e ristoranti nonché locali di pubblico intrattenimento quali discoteche, locali notturni, locali da ballo, ed affini ricadenti su tutto il territorio del Comune di Cisterna di Latina.

Un provvedimento di divieto di accesso agli esercizi pubblici ed ai locali di pubblico trattenimento emesso dal Questore della provincia di Latina in virtù del “Decreto Willy”, così chiamato in memoria della vittima del pestaggio avvenuto all’uscita di una discoteca nella provincia di Roma.

La nuova normativa, entrata in vigore lo scorso ottobre, infatti, prevede la facoltà per il Questore di disporre, per ragioni di sicurezza, tale divieto nei confronti delle persone ritenute socialmente pericolose in quanto resesi responsabili di gravi disordini avvenuti in pubblici esercizi o in locali di pubblico trattenimento ovvero nelle immediate vicinanze degli stessi.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Latina
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Latina

Più informazioni su