Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

La Raggi a Ostia incontra Camilla, la ristoratrice simbolo della crisi – VIDEO

La sindaca: "Appena si uscirà dalla zona rossa auspichiamo che il Governo prenda in considerazione la possibilità di far lavorare i ristoranti anche a cena"

Ostia – La sindaca Raggi a Ostia ha incontrato Camilla, la giovane ristoratrice del litorale diventata simbolo della crisi per una foto virale che la immortala nel suo locale in un momento di sconforto dopo aver appreso dell’arrivo dell’ultima zona rossa (leggi qui).

“In molti si sono immedesimati in questa ragazza. Descrive bene quello che tanti lavoratori hanno vissuto in quest’ultimo anno – ha spiegato Raggi in un video postato sulla sua pagina Facebook -. Voglio lanciare insieme a lei un appello. I ristoratori hanno perfettamente capito quali sono le regole da rispettare così come la maggior parte dei cittadini: mascherine, distanziamento e igienizzazione delle mani. Appena si uscirà dalla zona rossa auspichiamo che il governo prenda in considerazione la possibilità di far lavorare i ristoranti anche a cena, sempre nel rispetto delle regole”.

Questo, secondo la prima cittadina significherebbe anche “restituire dignità a tanti operatori che stanno facendo molti sacrifici”. Camilla, 22 anni, titolare del “Bistrot della pasticciona” sul litorale romano, nei giorni scorsi aveva spiegato: “Siamo da soli purtroppo e parlo per tutte quelle attività che hanno dovuto chiudere. Lo stato non ci ha dato una mano, io per esempio ho ricevuto solo 4 mila euro e per un’attività appena nata, come la mia, non sono soldi sufficienti. Noi non vogliamo soldi, ma vogliamo lavorare”.

Lei “ha voglia di ricominciare, rispettando le norme. In un momento in cui le attività commerciali sono in ginocchio a causa dell’emergenza sanitaria, bisogna sostenerle e aiutarle a ripartire – ribadisce la Raggi -. Come amministrazione abbiamo provato a farlo con azioni concrete come il taglio delle tasse o, come accaduto per i ristoratori, offrendo la possibilità di occupare straordinariamente e gratuitamente il suolo pubblico con tavolini all’aperto. Abbiamo anche destinato un fondo da 3 milioni di euro per il microcredito. Non possiamo correre il rischio che le persone diventino vittime dell’usura. Le Istituzioni devono essere punto di riferimento. Non lasciamo indietro nessuno”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ostia X Municipio
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Ostia X Municipio