Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Pedofilia, Papa Francesco caccia via un vescovo argentino: coprì un prete

Il vescovo era stato al centro di polemiche per aver protetto un sacerdote accusato di aver abusato sessualmente di una minorenne

Città del Vaticano – Papa Francesco ha accettato la rinuncia al governo pastorale della Diocesi di Alto Valle del Rio Negro (Argentina), presentata da monsignor Marcelo Alejandro Cuenca Revuelta. Lo rende noto il Bollettino odierno della Sala Stampa della Santa Sede.

Monsignor Cuenca Revuelta, 66 anni, negli anni passati, era stato al centro di polemiche per aver protetto un sacerdote, Luis Alberto Bergliaffa, accusato di aver abusato sessualmente di una minorenne. L’arcidiocesi di Cordoba, a nome della Santa Sede, aveva rimosso nel 2014 dal suo incarico, per dieci anni, il sacerdote. Bergliaffa però, riporta la stampa locale, è stato protetto dal vescovo Cuenca, che avrebbe nascosto i dettagli del luogo dove il sacerdote doveva vivere.

(Il Faro online) Foto © Vatican Media – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Papa & Vaticano
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie sul Papa e Vaticano