Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Lettere al direttore

“A Fiumicino la disabilità non è considerata: per raggiungere il mare non resta… che il volo” foto

La denuncia di un disabile: "A Fiumicino strade e marciapiedi impraticabili, con la carrozzina rischio di ribaltarmi in continuazione"

Fiumicino – “E’ scandaloso: a Fiumicino la disabilità non è assolutamente presa in considerazione e dunque, per chi la vive, le difficoltà sono amplificate”.

E’ quanto si legge in una breve lettera giunta alla nostra redazione e firmata Giuseppe D’Auria, residente nel comune di Fiumicino. Oggetto dello sfogo, una serie di difficoltà quotidiane che un disabile si trova ad affrontare, spesso nell’indifferenza delle istituzioni.

Difficoltà invisibili per un normodotato, ma ostacoli difficili per chi ha dei problemi, come la situazione di strade e marciapiedi: “L’asfalto è strapieno di pericolose buche – scrive D’Auria – e i marciapiedi del tutto impraticabili a causa dei continui saliscendi, spesso così ripidi che rischio di ribaltarmi in avanti con la carrozzina”.

“Le forze dell’ordine – racconta il signor Giuseppe  – mi hanno anche più volte detto che rischio la multa se circolo per strada invece che sul marciapiede (non essendo la carrozzina un’automobile)… Ma non vedo alternative visto che da via Giorgio Giorgis per accedere al mare non ci sono marciapiedi. Per quelli come me per arrivare in spiaggia non resta che il volo”, conclude.

Insomma, una vera corsa ad ostacoli, tra la scarsa manutenzione e la burocrazia, tra le difficoltà di muoversi e il codice della strada. Arrivando al paradosso di finire “fuori legge” rischiando persino l’incolumità per l’impossibilità di praticare quei marciapiedi che, in teoria, sono nati proprio per proteggere le persone. Tutte le persone, non solo quelle che possono deambulare con facilità …

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fiumicino