Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Civitavecchia, a piedi di notte in autostrada ubriaco e armato di coltello

L'uomo è stato sanzionato e denunciato dalla Polizia che ha svolto controlli sul rispetto delle normative anticovid

Civitavecchia – Primo week-end in zona rossa e proseguono a tappeto controlli degli agenti del Commissariato di viale della Vittoria, per garantire il rispetto dei divieti per il contenimento del contagio da covid-19.

I servizi si sono svolti nei comuni di Civitavecchia, Allumiere, Tolfa e Ladispoli, con l’impiego di numerose pattuglie automontate ed appiedate.
I controlli sul rispetto dei divieti introdotti dal nuovo Decreto Legge hanno interessato anche gli esercizi commerciali autorizzati ad esercitare in zona rossa e, nella fattispecie, sono state controllate 33 attività.

Tantissime anche le persone controllate, circa 180. Durante i controlli sono state elevate 5 sanzioni amministrative, di cui una per la violazione delle norme di contenimento Covid-19, in quanto le persone circolavano non indossando bene la mascherina oppure svolgevano attività motoria lontano dalle proprie abitazioni.

In particolare nella notte del 21 marzo, durante i controlli, la volante ha fermato un uomo in stato di ebbrezza che percorreva la strada E840 “Raccordo Civitavecchia-Viterbo” a piedi, in un tratto privo di illuminazione.

Accompagnato presso gli Uffici del Commissariato di Civitavecchia, questo veniva trovato in possesso di un’arma da taglio della lunghezza di 20 cm e pertanto denunciato in stato di libertà. All’uomo veniva anche elevata una sanzione amministrativa per non aver rispettato le norme di contenimento Covid-19, avendo violato il coprifuoco senza giustificato motivo.

Lo stesso giorno, gli uomini della squadra di polizia giudiziaria, hanno eseguito un ordine di custodia cautelare nei confronti di un 50enne civitavecchiese che, veniva rintracciato ed associato alla Casa Circondariale.

I controlli della Polizia di Stato del Commissariato di Civitavecchia, per garantire il rispetto delle norme sul contenimento del contagio da Covid-19, proseguiranno, in ambito cittadino e nei comuni di competenza, anche nei prossimi giorni, soprattutto in vista del fine settimana e dell’approssimarsi delle festività pasquali.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Civitavecchia
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Civitavecchia