Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Poggio: “Riaprire con regole rigide, senza possibilità di ‘sgarrare’, ma riaprire”

La consigliera comunale di Fiumicino: "Se non ripartiamo ora, se riabbassiamo nuovamente i giri del motore c'è il rischio che non si riaccenda più"

Fiumicino – “No a scelte avventate, ma pensare di tenere l’Italia ostaggio fino al 30 aprile rischia di essere una scelta altrettanto avventata. Il nostro Paese deve ripartire. Io mi fido degli esercenti, dei proprietari di bar, ristoranti, pasticcerie, pizzerie. Mi fido di loro e mi fido dei nostri agenti che controlleranno la regolarità delle disposizioni. Dobbiamo fare un patto, tutti insieme: riaprire con regole rigide, senza possibilità di ‘sgarrare’, ma riaprire. Perché se non ripartiamo ora, se riabbassiamo nuovamente i giri del motore c’è il rischio che non si riaccenda più”. Così, in una nota,  Federica Poggio, responsabile per il commercio Lega Lazio, Provincia di Roma zona nord e Consigliere comunale di Fiumicino.