Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Vezzali: “Gli Europei di calcio per tornare a vivere lo sport in presenza”

Il Sottosegretario lavora intensamente per superare la grave crisi. Colloqui con il comitato scientifico e il Ministero della Salute

Roma – E’ al lavoro in questi primi giorni di mandato politico il nuovo Sottosegretario allo Sport. Non solo per formare una squadra che sia competente e adeguata ad impattare contro i problemi attuali dello sport, ma anche per risolvere questi stessi problemi con le dovute strategie.

Valentina Vezzali è cresciuta nel mondo della scherma e ha vissuto cinque Olimpiadi con puntuali medaglie e titoli a cinque cerchi avuti, insieme alla conquista dei 16 ori iridati. E intanto che collezionava allori ed era strafelice di sfilare a Londra 2012 con il Tricolore tra le mani, conosceva un mondo che oggi chiede il suo aiuto disperato per risollevarsi. Sono 120 mila i lavoratori rimasti a casa. Il loro posto dove stare a insegnare è chiuso, deserto e lasciato a se stesso. Piscine, palestre e impianti. Danni ingenti per miliardi di euro. Sembra che la riapertura slitterà ormai a maggio e i nuovi provvedimenti presi dal Governo, decidono aperture per altri settori, ma non per lo sport.  La base soffre senza poter praticare qualcosa che fa bene al corpo e allo spirito e tanti affezionati soci di circoli sportivi oggi stanno ampliando il movimento del fit walking. Alcuni. Perché altri, circa tre italiani su cinque hanno rinunciato a praticare sport.

Ecco allora si delinea un panorama difficile da gestire per la Vezzali, ma lei non molla da buona campionessa di pedana, costruendo una stoccata giusta per vincere sull’avversario della crisi: “Stiamo lavorando intensamente per garantire a tutto il mondo dello sport di tornare alla normalità – dice il Sottosegretario all’Ansa – questo passa inevitabilmente da un dialogo forte con le istituzioni, a partire dal Ministero della Salute e dal Comitato Tecnico Scientifico. Sono convinta che, in tempi ragionevoli e con la collaborazione di tutti, l’Italia potrà tornare a vivere lo sport sia nella sua quotidianità nelle palestre, nelle piscine e negli impianti, e sia nella dimensione dello spettacolo sportivo“. Sono tanti gli aspetti da recuperare.

Emozioni, guadagni, frequentazioni quotidiane. E frequentazioni alle competizioni. Il prossimo mese di giugno si svolgeranno gli Europei di calcio in tutto il Continente. La partita di esordio sarà giocata a Roma e la Vezzali la prende da ‘spunto’ per ricominciare a vivere lo sport da lì: “Sto rivolgendo tutta la mia attenzione anche sui grandi eventi internazionali dei prossimi mesi che vedranno protagonista l’Italia, tra cui, ovviamente, gli Europei di calcio di cui in questi giorni si sta tanto parlandoprosegue dovranno essere occasioni per tornare a rivivere anche dal vivo le emozioni dello sport, oltre che per ribadire agli osservatori stranieri, la capacità del nostro Paese di affrontare e superare anche questa pandemia“.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport