Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Roma, acquisti con una carta di credito rubata: nei guai una 19enne e una 30enne incinta

La proprietaria della carta, una donna di 76 anni, ha raccontato di essere stata derubata del portafogli mentre era alla stazione Termini

Roma – I Carabinieri della Stazione Roma Quirinale hanno arrestato una 19enne bosniaca e denunciato una connazionale di 30 anni, al nono mese di gravidanza, entrambe senza fissa dimora e con precedenti, con l’accusa di ricettazione e utilizzo fraudolento di carta di pagamento in concorso.

Nella tarda mattinata di ieri, un Carabiniere del Nucleo Investigativo di Roma, libero dal servizio, ha notato le due donne, all’interno di un supermercato di via Cavour, effettuare il pagamento di alcuni prodotti con una carta di credito intestata ad una cittadina italiana e si è insospettito.

Con l’ausilio di una pattuglia della Stazione Roma Quirinale hanno fermato e identificato le due donne e sono state eseguite verifiche sulla carta di credito trovata in loro possesso che è risultata denunciata rubata, nella stessa mattinata, presso la Stazione Carabinieri di Terracina. La titolare della carta, una cittadina italiana di 76 anni, ha riferito di essere stata derubata del portafogli mentre si trovava alla stazione ferroviaria di Roma Termini.

L’arrestata è stata trattenuta all’interno delle camere di sicurezza in caserma mentre la 30enne è stata denunciata in stato di libertà.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.