Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Covid-19, i ristoratori di Fiumicino : “Riaprire solo i locali all’aperto? Troppo penalizzante”

Mazzuca: "Continuare così sarebbe davvero dichiarare una guerra santa e ideologica contro una intera categoria"

Fiumicino – “Bar, ristoranti e pizzerie solo all’aperto? Troppo penalizzante, soprattutto per quegli esercizi commerciali che non ne hanno l’opportunità. Io credo che la soluzione vada trovata a metà strada: il 60 per cento dell’attuale capienza, quindi già decurtata, all’interno e il 40 per cento fuori. Potrebbe essere una giusta ipotesi che salvaguarderebbe tutti anche in caso di maltempo e piogge”.

E’ quanto afferma Massimiliano Mazzuca, presidente associazione Lungomare della Salute di Fiumicino che racchiude la maggior parte dei ristoranti e delle attività dell’area, che aggiunge: “Basterebbe ricordare lo scorso anno: maggio, giugno e luglio furono mesi nefasti, disastrosi se avessimo avuto solo l’opzione ‘all’aperto’. Andare a tagliare ulteriormente i posti all’interno e ‘spostarli’ fuori invece sarebbe l’ennesimo sacrificio ma almeno ci permetterebbe di poter sopravvivere sperando che si sblocchi finalmente il piano vaccinale”.

“Tutto questo nella speranza che le amministrazioni accelerino l’iter per lo ‘sfruttamento’ del suolo pubblico. Abbiamo accettato in silenzio tutto, anche di essere i più penalizzati. Di ricevere ristori che bastano forse a coprire l’un per cento delle perdite. Ma continuare così sarebbe davvero dichiarare una guerra santa e ideologica contro una intera categoria“, conclude Mazzuca.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fiumicino